Home / News / EX JUVE, Legrottaglie: “Se vuoi bestemmiare fallo a casa tua, non in ambienti dove ci sono altri. Scudetto? Per altri l’1% di possibilità”

EX JUVE, Legrottaglie: “Se vuoi bestemmiare fallo a casa tua, non in ambienti dove ci sono altri. Scudetto? Per altri l’1% di possibilità”

L’ex Juve, Nicola Legrottaglie, ha rilasciato un’intervista a Soccermagazine. Ecco le sue parole:

Sulla possibilità che qualcun’altra possa vincere lo scudetto

“Non credo proprio che ci siano percentuali, forse l’1%.”

Sulle squalifiche per bestemmia

“Ci vuole coerenza, ci vuole credibilità. Sei credibile quando sei coerente e quando sei integro, se fai quello che dici. Chi ha inserito quella regola, siccome non l’ha fatta mantenere, è poco credibile. Chi la fa mantenere invece ci ha creduto veramente in quella regola. Io credo che per dare un buon esempio e una buona immagine ai giovani e soprattutto all’ambiente serva, perché parlare male, lo dicono gli scienziati, provoca un deterioramento dell’ambiente dove vivi, e quindi se parli male tutto ti torna dietro, se parli bene ti torna dietro il bene. È per i benifici di tutti che noi dobbiamo parlare bene, quindi evitare in quell’ambito lì con telecamere e gente che ti guarda. Se vuoi bestemmiare, bestemmia a casa tua, non farlo in luoghi dove ci sono altri. È un po’ come la sigaretta: fuma, ma non far arrivare il fumo agli altri, non ammazzare tutti quanti perché tu hai quel tipo di vizio. Bisogna intervenire in maniera dura su queste cose”

Calciatori in cui si rivede

“In cui mi rivedo totalmente no. Tanti mi hanno paragonato un po’ a Rugani, ma non credo che abbiamo le stesse caratteristiche. Ci somigliamo fisicamente, forse, per i capelli, ma abbiamo altre caratteristiche. Sinceramente non ho un nome specifico, faccio fatica a farlo, però ci sono tanti giovani bravi, anche più bravi di me, quindi sicuramente trovi qualcosa.”

Check Also

LONGHI: “Juve? Troppi galli nel pollaio. Nessuno tocchi sua maestà CR7!”

Bruno Longhi a Radio Sportiva ha parlato di Juventus: “Troppi campioni, troppi galli nel pollaio. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.