Home / News / EX JUVE, Moggi: “La sudditanza verso i grandi club ci sarà sempre”

EX JUVE, Moggi: “La sudditanza verso i grandi club ci sarà sempre”

L’ex dirigente bianconero, Luciano Moggi, ha parlato ai microfoni di Radio CRC, dicendo il suo pensiero sulla VAR e sui temi del campionato: “Quando c’ero io, non c’erano i soldi e gli interessi che girano adesso nel calcio. Compreso il Napoli, con me è stato vinto tutto ciò che si poteva vincere. Non ho mai fatto cose strane e parlare di calcio a me interessa sempre. So soltanto una cosa: allora era calcio, adesso è business ed è tutto diverso. Torino-Juventus? Il VAR non è una cosa attendibile, perché si parla di due arbitri, uno in campo e uno alla moviola. Sono due arbitri che dirigono in maniera diversa ed è assurdo pretendere uniformità di giudizio. L’attendibilità del VAR va provata fino a prova contraria. Un rigore per il Torino c’era sicuro, non c’è dubbio. Io non ho mai detto no al VAR, ma ho sempre detto che è una macchina soggettiva, maneggiata dall’uomo. La sudditanza psicologica esiste ed è sempre esistita. Ci sono determinate situazioni in cui si viene a pensare alla sudditanza, perché non si può pensare diversamente. La sudditanza nei miei confronti? Io sono uno che ha sempre lavorato e ha sempre raggiunto dei risultati. L’atteggiamento della Juventus nei confronti di Marotta? E’ finito un contratto, dove non c’è stata alcuna intenzione di rinnovarlo. Il campionato è già finito? E’ un discorso che lascia il tempo che trova. Otto punti di distacco sono tanti, ma la squadra è buona e l’allenatore sa il fatto suo. Mi piacciono anche i rincalzi, come Ounas che lo trovo molto interessante. Ancelotti alla Juventus? Lui fece due campionati ottimi, poi non ci furono più i presupposti. Alla mia epoca c’erano tanti poteri, ma vincono sempre i giocatori in campo. Se il potere significa saper costruire una squadra, allora la Juve è la squadra più potente. Anche il Napoli, però, si dimostra brava in questo, dato che ha sempre una squadra capace di lottare per i vertici”.

Check Also

LONGHI: “Ronaldo doveva rendere conto di quanto fatto”

Intervenuto ai microfoni di Radio Sportiva, Bruno Longhi ha parlato di alcuni temi d’attualità riguardanti il nostro …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.