Home / editoriale / Finalmente torna la Champions, vincere per il primato del girone

Finalmente torna la Champions, vincere per il primato del girone

Giornata di vigilia quella di oggi in cassa Juve che domani tornerà ad ascoltare l’inno della Champions League in una sfida fondamentale per il passaggio del turno contro il Manchester City. Entrambi gli allenatori, durante le rispettive conferenze stampa di rito, hanno ribadito l’importanza di finire in testa il girone, chiudere in prima posizione eviterà infatti di incrociare, almeno agli ottavi, agli ottavi di le big europee. Il tecnico bianconero chiama a raccolta i tifosi e si dice ancora indeciso su quale modulo schierare: “Non ho ancora deciso quale modulo utilizzare. Il 4-3-3? Davanti ho molte scelte, ma devo valutare bene le caratteristiche dei miei attaccanti. Tuttavia, è possibile che si giochi a tre dietro, con CuadradoLichtsteiner esterni alti a centrocampo”. Solamente la rifinitura di domani dissiperà gli ultimi dubbi del livornese. Buone notizie arrivano dal fronte infermeria, Evra e Caceres hanno regolarmente sostenuto l’allenamento odierno con il resto del gruppo ma diversamente dal francese l’uruguagliano non è stato convocato per il City.

Intanto un ulteriore riconoscimento dell’eccezionale anno salare disputato dalla Juventus arriva dall’Uefa che ha inserito ben sei bianconeri tra i candidati ad essere inseriti nell’Uefa TEAMS of the Year: Gianluigi Buffon, GiorgioChiellini, Leonardo Bonucci, Paul Pogba, Claudio Marchisio e Alvaro Morata. 

Sul fronte del calciomercato si rafforza la pista che porta ad Embolo, attaccante del Basilea. Giovedì la Juve sarà presente al match di Europa League, tra il club svizzero e la Fiorentina, per visionare il 18enne, valutato più di 30 milioni. Mentra non hanno alcun credito le voci che danno Dybala nel mirino del Psg. L’argentino è un punto fermo della Juventus di oggi e di quella del futuro e lo stesso Allegri lo ha messo al riparo dalle recenti critiche: “Dybala? Non sono preoccupato dalle critiche che ricevo quando non lo faccio giocare, bensì dagli eccessivi complimenti che opprimono questo ragazzo. Ha appena 22 anni e va lasciato giocare in pace, perché non gli si possono addossare tutte le responsabilità della Juventus“.

Allegri 5

Check Also

RASSEGNA STAMPA, I titoli sulla Juventus

Ecco i titoli sulla Juventus nei quotidiani sportivi oggi in edicola Tuttosport: “Paulo Dybala: “Al …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *