Home / News / GENOA, Criscito: “Non mi sento un ex Juve. Ronaldo? Più completo di Messi…”

GENOA, Criscito: “Non mi sento un ex Juve. Ronaldo? Più completo di Messi…”

Lunga intervista per l’ex Juve Domenico Criscito che domani si troverà davanti, con il suo Genoa, i bianconeri. Queste le sue parole alla Gazzetta dello Sport:

«I primi due anni, dal 2004 al 2006, furono intensi, vincemmo il Viareggio, c’era Capello sulla panchina della prima squadra. Ricordi bellissimi: non altrettanto lieti furono quelli del secondo periodo juventino, ma anche quel periodo mi ha aiutato a crescere. Rimasi pochi mesi, perciò non mi sento un ex».

Si aspetta una Juve sazia?

«Nient’affatto, quarti di Champions o campionato, per loro nulla cambia. Non a caso hanno vinto sette scudetti di fila».

Il Genoa ha una recente tradizione positiva, almeno a livello di prestazioni, con i bianconeri.

«Forse perché contro la Juve dai inconsciamente sempre qualcosa in più. Sappiamo di essere inferiori, ma tutto può succedere: anche all’andata a Torino tutti ci davano per spacciati, invece…».

Come si gestisce questo momento non semplice per voi?

«Stiamo vivendo una fase di difficoltà, non ce lo nascondiamo. Creiamo poche occasioni, ma a Parma siamo cresciuti rispetto a Chievo e Frosinone, pur raccogliendo meno, anche se il gol del Parma è nato da un angolo inesistente. Bisogna essere più cattivi ed incisivi negli ultimi metri».

Domani ritrova un vecchio amico come Perin.

«Ci sentiamo tutte le settimane. La sua prima gara in A fu la mia ultima con il Genoa prima della Russia. È un portiere straordinario, ha fatto una crescita pazzesca, anche se gioca poco per le sue qualità».

Pensa che possa progredire ancora pur non essendo titolare?

«Non dimentichiamoci che Szczesny è andato alla Juve facendo il secondo a Buffon e adesso parliamo di un grande portiere. Se Mattia ha fatto quella scelta, l’ha ponderata».

Aveva mai affrontato CR7 prima della gara di andata?

«No. Ci eravamo incontrati ad Abu Dhabi, dove stava giocando il Mondiale per club, grazie a Danny, il mio migliore amico, con me allo Zenit. Così finalmente i miei figli l’hanno incontrato. Reputo Ronaldo più completo di Messi. Lui è talento, ma anche tanta testa».

Check Also

JUVENTUS, Al lavoro per realizzare un secondo stadio

Secondo quanto riporta Tuttosport, infatti, il club bianconero è al lavoro per la realizzazione di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.