Home / News / Higuain non vuole altri passi falsi della Juventus: obiettivo vincere con Dybala

Higuain non vuole altri passi falsi della Juventus: obiettivo vincere con Dybala

Non cerca scuse, Gonzalo Higuaìn. Quando sono passate quasi 24 ore dalla sconfitta di Firenze contro la banda di Paulo Sousa, El Pipita va subito al cuore del problema, come riportato oggi da Tuttosport: «Ha ragione al 150% Leo Bonucci, non sbaglia nel dire che i toscani hanno avuto più grinta, fame e attributi di noi. Il nostro approccio nel primo tempo non è stato assolutamente quello giusto. Nella ripresa, invece, abbiamo dimostrato di saper lottare e soffrire fino alla fine. Il ko di Firenze ci amareggia e ci rattrista. Nella prossima gara, contro la Lazio, dovremo fare molto di più. Abbiamo i mezzi per giocare meglio del primo tempo di Firenze e lo faremo».

Higuaìn identifica anche uno dei problemi patiti dai bianconeri lontano dal fortino dello Juventus Stadium: «E’ vero, quando lasciamo l’avversario libero di aggredirci andiamo in difficoltà. Per questo, per il futuro, sarà fondamentale invertire il trend: dovremo essere noi quelli che aggrediscono, quelli che non lasciano agli altri il tempo nemmeno di respirare. Lo abbiamo già fatto, possiamo ripeterci. Credo che il bilancio di questi sei mesi bianconeri sia positivo. Dobbiamo migliorare in trasferta, ma se analizziamo la situazione vediamo che, vincendo la gara contro il Crotone, che dobbiamo recuperare a causa della Supercoppa Italiana, possiamo riportare il vantaggio sulla seconda a 4 punti. La cosa che conta è che, d’ora in poi, dovremo evitare altri errori, dovremo evitare di cominciare le partite come avvenuto al Franchi».

E ancora: «La Serie A è molto lunga e ancor più difficile. Basta, dire che abbiamo già lo scudetto in tasca. Non è così. Mancano tante giornate e i punti che ci servono per arrivare primi sono ancora molti. La Juve è forte e questo è un dato di fatto, indipendentemente dal modulo. Se penso che le critiche che ci stanno piovendo addosso siano eccessive? Sì, ma nei top club è normale che sia così. Io questa lezione l’ho imparata nei miei anni al Real Madrid. Per questo dico che dobbiamo essere così forti da non ascoltare le critiche e allo stesso tempo non dobbiamo curarci degli elogi eccessivi che ci vengono riservati quando vinciamo. Ognuno sa quando sbaglia e quando fa bene e si deve comportare di conseguenza. Contro la Fiorentina abbiamo sbagliato, non dobbiamo farlo più e adesso dobbiamo rimediare giocando con un altro approccio in trasferta. Per quello che mi riguarda sono molto soddisfatto dell’inizio di stagione della squadra e anche a livello personale perché ho segnato un buon numero di reti. Ora penso a migliorare ancora di più nei prossimi sei mesi. Gioco in una squadra nuova, quando vengono fatti nuovi innesti, ci vuole un po’ di pazienza in più. La Juventus è in testa alla classifica, quindi vuol dire che qualcosa di buono lo abbiamo fatto, ma miglioreremo ancora».

Capitolo Dybala: la joya è corteggiata dal Real. Quale consiglio gli dà El Pipita? «È un grande giocatore. Non so se siano vere le voci sull’interesse del Real, in ogni caso la decisione se andarci sarebbe sua e soltanto sua. L’importante per Paulo è che stia tranquillo. Io sono ben contento di giocare con lui, sappia che c’è ancora tanto da vincere insieme alla Juve». Chiusura sulla sfida del cuore, quella del San Paolo tra la sua Juve e il suo Napoli: «A Napoli troveremo il clima che loro vorranno farci trovare. Io sono tranquillo e lo rimarrò. La mia testa è concentrata solo su come aiutare la Juve a vincere più titoli possibili». Una sorta di “scurdammoce ‘o passato” in salsa chimichurri.

Check Also

SPADAFORA: “Domani l’approvazione del protocollo per la graduale riapertura degli stadi”

“Domani dovrebbe essere approvato all’unanimità dalla Conferenza delle Regioni un nuovo protocollo per una graduale …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *