Home / News / HOWEDES, “Dopo lo scudetto una Ferrari a testa alla Juve”

HOWEDES, “Dopo lo scudetto una Ferrari a testa alla Juve”

Classe 1988, Benedikt Höwedes, difensore della Lokomotiv Mosca, ha parlato a Spox e Goal della sua carriera. Dagli inizi, quando mosse i primi passi, fino ad arrivare a fatti più recenti come la sua esperienza con la maglia della Juventus. Il tedesco, campione del mondo con la Germania, si è soffermato anche su alcuni dettagli fino ad ora sconosciuti.

FARE IL CALCIATORE – Sugli inizi di carriera: “Da molti compagni di squadra ebbi spesso modo di sentire che i padri stavano facendo grandi pressioni su di loro. Vedevano nei figli la possibilità di guadagnare molti soldi. Alcuni genitori vivono il sogno più dei ragazzi stessi. Per me era una cosa completamente diversa. Nessuno della mia famiglia ha mai fatto pressioni”.
ALLA JUVENTUS – A proposito di soldi e di… premi ecco un retroscena al suo arrivo a Torino, alla Juventus: “L’anno prima del mio arrivo, ad ogni giocatore è stata data una Ferrari in segno di ringraziamento per il campionato vinto, in alternativa, se non voleva un’auto, si poteva optare per un bonus in denaro. Questo fa capire a che livelli sono lì. Tuttavia, all’interno dello spogliatoio, nessuno si è mai vantato e nessuno ha mai mostrato del risentimento”, ha raccontato Höwedes.

Check Also

AIA, Ecco le designazioni arbitrali della prossima giornata. Toccherà a Mariani dirigere Napoli-Juve

L’AIA ha reso noti i nominativi degli Arbitri, degli Assistenti, dei IV Ufficiali, dei V.A.R. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.