Home / News / Il cruccio di Max, tradito proprio da chi voleva far restare a Torino

Il cruccio di Max, tradito proprio da chi voleva far restare a Torino

Non doveva finire così. Massimiliano Allegri è scappato via più lesto del solito, arrabbiato com’è giusto che sia, perché questa sconfitta apparentemente ininfluente rischia di avere un peso incredibile. Pescare Real Madrid, Barcellona e Bayern Monaco agli ottavi è il peggio che ti possa capitare. Allegri ci teneva, l’aveva detto chiaro e tondo in conferenza stampa. Voleva quel primo posto che con il Milan non ha mai ottenuto (e neanche la scorsa stagione con la Juve) e che gli avrebbe garantito sonni più tranquilli. Voleva chiudere il girone senza sconfitte, e anche quest’impresa gli è sfuggita proprio all’ultima curva. È la sesta volta che conquista gli ottavi ma non è ancora mai riuscito a passare da primo della classe. Le assenze, tante soprattutto a centrocampo (Zaza ha dato forfeit all’ultimo minuto: risentimento muscolare alla coscia sinistra) non possono essere un alibi. E neanche il gol sbagliato da Morata, che comunque ci ha messo l’anima, è la chiave che può spiegare la serata.
OCCASIONE MANCATA Era tutto perfetto, bastava un pareggio, invece il gol dell’ex ha rimescolato le carte. Ironia della sorte, fosse stato per Allegri, Llorente non avrebbe lasciato Torino. Il tecnico bianconero ha provato a tenerlo a tutti costi, ma l’ingaggio dello spagnolo era troppo alto perché la Juve potesse accontentarlo. Non si può neanche dire che la Signora non abbia giocato, però alla fine è mancata nel momento decisivo. Non è stata aiutata dalla sua stella, Paul Pogba, che in Europa quest’anno non è mai riuscito a essere determinante. È stato il bianconero che ha tirato più in porta, però ha sprecato un’occasione d’oro, se vali 100 milioni (Raiola dixit) devi dimostrarlo anche in partite come queste, che contano tantissimo. La Juve ha tirato in porta 8 volte (record in questa competizione) però ha concesso troppo al Siviglia: sei tiri degli spagnoli nello specchio, finora ne aveva subiti 14 in 5 partite, scrive stamani La Gazzetta dello Sport.

 

allegri

Check Also

DYBALA, “One man show” già contro il Milan il 12 giugno

“Nuovo cinema Dybala”. Questo il titolo a pagina 12 che il Corriere di Torino dedica …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *