Home / Calciomercato / Il paradosso di essere grandi. Paratici e le difficoltà nel piazzare gli esuberi

Il paradosso di essere grandi. Paratici e le difficoltà nel piazzare gli esuberi

Essere grandi non è facile, quando diventi un punto di riferimento nel calcio che conta, tutti vogliono venire ma nessuno vuole andare, ed è in questa situazione che i tifosi esultano ma i ds impazziscono. Contare sui top player è fantastico e sicuramente un valore aggiunto per qualsiasi società, è quel valore che ti può far vincere i trofei più importanti, che ti fa aumentare il fatturato e ti da quello sprint in più ma allo stesso tempo può diventare un problema quando arriva il momento delle cessioni. Come dicevamo nessuno vuole andare e il povero Paratici si trova in un loop soffocante che non gli permette di fare le proprie mosse come vorrebbe. Essere un giocatore della Juventus non è un trampolino di lancio, ma un punto d’arrivo e la consacrazione di questa consapevolezza è avvenuta proprio lo scorso anno con l’arrivo, forse anche un po’ a sorpresa, di CR7 che rinunciò alla sua storica camiseta blanca pur d’indossare la maglia bianconera. In questa empasse sono già arrivati campioni del calibro di Ramsey, Rabiot e De Ligt senza dimenticare poi gli investimenti su Demiral e Pellegrini oltre lo scambio Cancelo-Danilo ma ora bisogna vendere anche per non violare le regole del FairPlay finanziario e qui il gioco si fa duro. Il costo del cartellino degli esuberi è alto e gli ingaggi non scherzano e questo, unito alla volontà dei giocatori di rimanere in bianconero, fa un mix inquietante per il ds che deve trovare club di prestigio vogliosi di accogliere top player in “disuso” nel mondo bianconero ma sicuramente pronti a riscattarsi. Vedi Higuain, dopo una stagione sicuramente no, è pronto e voglioso di riscatto ma in maglia bianconera e per questo continua a respingere le offerte della Roma che farebbe di tutto pur di portarlo nella capitale. Oppure Dybala destinato alla Premier fino a che chiudesse il mercato inglese ed ora anche lui voglioso di dimostrare il suo valore in bianconero. Insomma avere campioni in rosa non semplifica il mercato in uscita, piazzare campioni come Higuain, Dybala, Mandzukic, Khedira o Matuidi è difficile ma la fine del mercato è vicina ed ora si aspettano le mosse di Fabio Paratici, chiamato a compiere un miracolo per il bilancio della Vecchia Signora.

Check Also

SOCIAL – DE SCIGLIO: “Questa è la Juve… dare sempre il massimo! Si vola agli ottavi…”

Queste le parole, via social, del terzino bianconero Mattia De Sciglio, dopo il successo di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.