Home / blu / Il ritorno dell’autostima, la Juve torna a comportarsi da grande e rosicchia punti preziosi

Il ritorno dell’autostima, la Juve torna a comportarsi da grande e rosicchia punti preziosi

Gran fine settimana in casa bianconera, una sorta di ritorno alla normalità. Il risveglio è dolce con la Juve che può guardare la partite della domenica consapevole di aver fatto un ottimo lavoro avendo la sera prima portato a casa i tre punti contro il Milan. Dopo aver visto la Roma pareggiare con il Bologna infatti i bianconeri si sono avvicinati ulteriormente alle prime della classe, sfruttando il passo falso casalingo della Fiorentina contro l’Empoli e la sconfitta del Sassuolo.

Un ritorno alla normalità, dicevamo: la Juve vince tre partite di fila e si prepara a tornare in alto. Adesso i bianconeri sono di nuovo una minaccia per tutti e vengono tenuti in considerazione. La Juventus è di nuovo temuta. Ed è proprio questo il primo passo per tornare realmente lassù, inculcare di nuovo nella testa di tutti l’idea che la Vecchia Signora sia tornata e sia più affamata che mai. Mettendo da parte i difetti e i problemi che comunque ci sono. Il gioco ancora non è convincente e non tutti i giocatori rendono al massimo. Inoltre preoccupano le condizioni di Evra, Hernanes, Khedira e Caceres, acciaccati in attesa di ulteriori notizie, sulle loro condizioni non sono arrivate schiarite e regna ancora l’incertezza. La Juve adesso deve essere brava a mostrare gli occhi della tigre e forse a bluffare: prendere tutte le difficoltà e nasconderle sotto il tappeto per tornare a spaventare gli avversari. Continuando sulla striscia positiva poi i difetti spariranno, vincere aiuta a vincere e in questo modo l’autostima sale. E la Juve, se la buona sorte vorrà potrà tornare, se non a vincere sempre, quantomeno a dettare legge in Serie A dai primi posti della classifica, che da sempre le competono.

 

Dybala

Check Also

POST PARTITA, GENOA-JUVENTUS, Sarri: “Pjanic? Non gli ho parlato in questi giorni, ma lo vedo tranquillo”

La Juventus di Maurizio Sarri batte il Genoa 3-1, anche con Miralem Pjanic in campo dal primo minuto. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *