Home / editoriale / Il segreto? Continuare a festeggiare

Il segreto? Continuare a festeggiare

Si potrebbe pensare che dopo quattro scudetti consecutivi festeggiare venga anche un poco a noia, un’abitudine consolidata, pure scontata; errore madornale, basti vedere l’entusiasmo bianconero, che sia la felicità incontenibile del tifoso o l’emozione del giocatore; e qui sta in fondo il trucco del successo. Perché quante squadre, con quattro titoli in saccoccia e una partenza falsa come quella juventina si sarebbero forse arenate, arrese, fermate? Probabilmente molte, ma la Juventus no, di abdicare non aveva proprio voglia, e nella folle rincorsa verso il quinto scudetto consecutivo ha infilato pure il nuovo record d’imbattibilità della Serie A, tanto per non farsi mancare nulla. E allora nelle piazze colme di persone festanti, nelle bandiere sventolanti fuori dalle finestre, nei clacson urlanti delle macchine, nelle foto celebrative dei campioni ecco strabordare la gioia. Sì, perché il calcio è un gioco, e si sa che quando si gioca, in fondo in fondo un pensiero alla vittoria lo si fa sempre. La Juventus è una predatrice divora vittorie, mai sazia di trionfi; e fra circa un mese all’Olimpico di Roma c’è un altro premio in palio, e il Milan deficitario delle ultime stagioni dovrà stare ben attento, che lo squalo bianconero ha appena assaggiato il sapore del sangue. Ovvero il dolce sapore della vittoria.

 

Slide_Stadium_02

Check Also

Featured Video Play Icon

FOTO- Le bianconere impegnate in nazionale

Queste sono le bianconere impegnate con le rispettive nazionali: Sikora con la Polonia, Staskova con la Repubblica Ceca, Pedersen con la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.