Home / News / In arrivo la prova tv sul campo per condotta discriminatoria

In arrivo la prova tv sul campo per condotta discriminatoria

Secondo quanto appreso da Tuttomercatoweb.com, dal 1 luglio della prossima stagione verrà utilizzata la prova televisiva anche per episodi di offese di carattere discriminatorio per razza, etnia, religione e sesso. Si tratta di una decisione assai innovativa, che porterà dei grandi cambiamenti sul rettangolo di gioco. Prendiamo come esempio il caso De Rossi-Mandzukic: in quella circostanza Stefano Palazzi non ha ricevuto dalla Procura Federale le immagini rappresentanti l’offesa da parte del centrocampista ai danni della punta della Juventus, poiché questa, se non rilevata dall’arbitro, non è situazione che riguarda le competenze della Procura. Ma in futuro le cose cambieranno e i protagonisti di queste spiacevoli situazioni potranno rischiare fino a 10 giornate di squalifica. Per gli altri tesserati, come accaduto per esempio nel caso di Maurizio Sarri con Roberto Mancini, la squalifica resta sempre di 4 mesi.

 

 

mandzukic

Check Also

BERTONE, Il Cardinale consiglia: “Bianconeri facciano esercizi spirituali”

Tarcisio Bertone, cardinale e tifoso juventino, ha preso la parola a Radio Sportiva. SU JUVENTUS-LIONE: …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *