Home / editoriale / In vista del rematch!

In vista del rematch!

Qualora qualcuno  fra dirigenti , presidente, calciatori e magazzinieri credesse che quella di domani sia una partita facile, allora sarebbe sulla cattiva strada e a confermare tutto ciò ci ha pensato proprio mister Allegri, il quale, durante la conferenza stampa di mezzogiorno, ha sottolineato come sia doveroso, da parte di tutti, dimenticarsi della goleada di Giovedì e mettere cuore e gambe sul manto erboso dello Stadium, proprio perché il Verona, memore degli errori commessi nella partita di coppa, si presenterà con un atteggiamento più cauto e scrupoloso, con l’ obiettivo di non concedere nulla. Inoltre sarebbe fondamentale sfruttare l’ agile doppio turno casalingo , nel quale ci troveremo davanti alle due diverse sponde della città di Romeo e Giulietta, approfittando del fatto che, al contrario, la Roma dovrà compiere due visite piuttosto ostiche, prima in quel di Palermo e poi in quel di Firenze. A dare un’ ulteriore dimostrazione di quanto sia importante la partita di domani è la formazione che scenderà in campo, ossia la migliore possibile: in porta farà il suo ritorno il capitano Buffon, la linea dei quattro difensori vedrà al centro Chiellini e Bonucci  con Evra e uno fra Lichtsteiner e Caceres sulle fasce, mentre sulla mediana vi saranno Marchisio, Pogba, Pirlo e Pereyra in sostituzione di Vidal ( appena uscito dall’ ospedale dove era stato ricoverato causa tonsillite) che appoggeranno Tevez e Llorente. Non vi sarà il tutto esaurito come Giovedì, ma i pochi tagliandi ancora disponibili saranno messi in vendita anche prima dell’ inizio della gara. Un ulteriore stimolo proviene da Napoli e dal suo allenatore, ancora protagonista di dichiarazioni velenose nei riguardi della squadra bianconera, affermazioni le sue che non sono degne nemmeno  di essere commentate in quanto appaiono, tanto una strategia per ottenere consensi da parte di tutta Italia, quanto critiche  del tutto inopportune e inutili sia per il sistema calcio sia per la sua squadra, che, in questo modo, rischia di sentirsi sempre giustificata. Forse qualcuno dovrebbe indagare sul web riguardo alla parola Juventus, esattamente come diceva Benitez oggi, per capire quanto i nostri successi si siano basati ,e continuino a farlo, su una mentalità del tutto diversa da quella delle nostre antagoniste storiche, su un concetto di sport, cioè, costituito da sacrificio e sudore, ma mai dalla critica, se non da quella costruttiva. Chissà, quando questo concetto verrà compreso anche al di fuori di Vinovo, probabilmente, vedremo campionati più combattuti…  nel frattempo, che domani sia una nuova goleada, una nuova gioia e una nuova vittoria, che si dimostri ancora una volta quale sia il linguaggio prediletto da queste parti, ossia quello del trionfo.

SIMONE GOLIA

Check Also

MERCATO, Milik o Icardi? Il dilemma sull’erede del Pipita

Gonzalo Higuain, il figliol prodigo ritornato in bianconero l’estate scorsa e che tanto ha lottato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *