Home / blu / Infortuni o sfortune? Il Milan-Juve dall’infermeria e il peso Neto

Infortuni o sfortune? Il Milan-Juve dall’infermeria e il peso Neto

Un’altra pausa ha portato con sé nuove idee, un riordinamento importante in vista del prossimo impegno, non di certo casuale. Dopo due vittorie consecutive dei bianconeri, un record che sembrava dover essere la normalità visto ciò cui siamo stati abituati, ora l’incontro con il Milan. Continuano a inseguirsi molte voci sul conto dei bianconeri e secondo i più il campionato di Allegri non può che essere in ascesa. Proviamo però per un attimo a lasciare da parte ogni congettura e concentriamoci sulla gara che verrà: quelle che animeranno la contesa non saranno due squadre al meglio, soprattutto in termini di effettivi.

A Milano non se la passano benissimo, alle prese con un Mihajlovic che ancora non ha convinto appieno e con una classifica da scalare. Il tecnico sarà costretto a rinunciare, con tutta probabilità, ad alcuni effettivi. Prima di tutto spiccherà la mancata partecipazione di Bertolacci, sostituito dal rientrante Abate. Ancora incerto anche il recupero di Honda, che potrebbe non essere della partita. Non sorride nemmeno Allegri, che si ritrova, ancora una volta, a dover fare la conta degli infortunati. Così, Buffon è in attesa di conoscere l’entità del suo problema alla coscia rimediato con gli Azzurri, Mandzukic deve fare i conti con una distorsione alla caviglia, Caceres ha fastidi muscolari. Il più recuperato sembra essere Lichtsteiner, dopo la botta subita con la sua Svizzera. Milan-Juve si gioca anche sull’infermeria: chi avrà meno defezioni sarà in pole position.

Potrebbe, in primis, essere il turno di Neto. Già, proprio il brasiliano. E pensare che è stato proprio lui a voler lasciare il posto da titolare alla Fiorentina in luogo di un prestigioso ruolo da vice-Buffon. Ben presto, però, il miraggio di diventare il degno sostituto del numero 1 bianconero si è concretizzato e Norberto Murara Neto ha di fatto visto il campo soltanto contro il Frosinone, gara non di certo ricordata per le prodezze del portiere.  Oggi, con il calciomercato che va avvicinandosi, ecco il primo campanello d’allarme, con la notizia della volontà dell’ex viola di prendere altri lidi. Il procuratore smentisce ogni interesse di mercato, ma l’umore del brasiliano non può che essere nero, più che bianco-nero.

Malumori e assenze avranno il sopravvento sulle due formazioni? Sabato è ormai alle porte: la parola finale è attesa in campo. 

 

Milan tifo 2

Check Also

PAGELLE MB, Buffon fa 648. CR7, la prima (punizione) non si scorda mai. Rabiot…

La Juventus piega il Torino 4-1. La Dybaldo colpisce ancora. Segnali positivi da Bernardeschi. Male …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *