Home / News / J MUSEUM, Da ieri aperto e funzionale anche per persone affette da sordità

J MUSEUM, Da ieri aperto e funzionale anche per persone affette da sordità

Con una nota ufficiale apparsa sul sito ufficiale della società juventus.com, l’FC Juventus comunica di aver implementato all’interno del proprio J Museum personale specializzato nella comunicazione nella lingua dei segni, per l’accesso alle persone affette da sordità. Ecco qui di seguito l’intero comunicato apparso nella giornata di ieri:

Lo Juventus Museum ha lanciato, a fine settembre, il percorso di visita dedicato alle persone sorde: un’iniziativa che ha visto collaborare in modo stretto Juventus con l’Ente Nazionale Sordi – Comitato Regionale Piemonte e la cooperativa Segni di Integrazione, per tradurre i contenuti del museo nella Lingua dei Segni italiana.  

Grazie al coinvolgimento di alcuni studenti universitari sordi, sono stati prodotti 11 QR-Code posizionati lungo le pareti del museo, che accompagnano i visitatori lungo tutta la visita con video realizzati nella Lingua dei Segni, visibili utilizzando lo smartphone. 

Oggi, lo Juventus Museum ha ricevuto la visita, durante tutta la giornata, di numerosi gruppi di persone sorde, che hanno testato la bontà del lavoro, che rende lo Juventus Museum un unicum, in Italia e in Europa, per un’iniziativa del genere; in mattinata il Presidente dello Juventus Museum Paolo Garimberti ha ricevuto il Presidente Nazionale ENS, Giuseppe Petrucci, e il Presidente del Comitato Regionale Piemonte ENS Antonio Iozzo”.

Check Also

GIRELLI: “Per l’Italia Femminile sono fondamentali gli Europei. Danimarca? Grande squadra”

Alla vigilia dell’importantissima sfida alla Danimarca, l’attaccante della Nazionale italiana e della Juventus Cristiana Girelli ha rilasciato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *