Home / News / Juve, quanto ti piace Cavani. L’asta è partita, il piano bianconero è pronto

Juve, quanto ti piace Cavani. L’asta è partita, il piano bianconero è pronto

Quanto piace Edinson Cavani alla Juve… E non solo a parole. L’a.d. bianconero Beppe Marotta anche ieri, intervenendo alla «Politica nel pallone» su Gr Parlamento, ha espresso concetti al miele per l’attaccante uruguaiano del Paris Saint Germain: «È un calciatore appetibile. Ma in questo momento non ci stiamo pensando perché ha un ingaggio proibitivo». Nel suo vocabolario è un vorrei, ma (per ora) non posso. E queste frasi vanno a pennello con quanto è accaduto non più tardi di un mese fa, a mercato aperto. In un pourparler con i vertici del club parigino la dirigenza torinese ha aperto ad uno scambio immediato: 20 milioni di euro più il croato Mandzukic per portare subito l’ex del Napoli in bianconero. Il discorso non è andato oltre perché il presidente Al-Khelaifi ha chiuso le porte a qualsiasi movimento nella sessione invernale. Semaforo verde solo alla partenza di Lavezzi per la Cina. Ma è scontato che Cavani in estate avrà il via libera: l’asta è già partita e vede in lizza un bel po’ di superpotenze inglesi, scrive La Gazzetta dello Sport.

LO SCATTO Anche per questo motivo in corso Galileo Ferraris hanno pensato bene di accelerare i tempi, anche per dimostrare al Matador che la passione della scorsa estate è ancora viva. E non è un particolare da poco per un goleador così ricercato. Ora come ora è legato al Psg sino al 2018 e conta su uno stipendio da circa 8 milioni netti a stagione, più un paio di milioni di bonus. L’idea juventina è quella di proporgli un quadriennale intorno ai 7 milioni netti. Guarda caso lo stesso target proposto nei contatti del maggio scorso, poi vanificati dallo stop dei campioni di Francia. Evidentemente, però, la strategia juventina non è mutata. Nonostante siano cambiati un po’ di volti in attacco. In particolare è sbarcato quel Dybala che ha già fatto impazzire mezza Europa e il manager juventino lo ammette con orgoglio: «Dybala oggi è un giocatore che rientra tra i top player, non passa nella testa della Juve di doverlo cedere. Siamo nella situazione societaria di poter respingere tranquillamente le avances, e direi che l’abbiamo già fatto». In effetti il Barcellona ha già toccato quota 75 milioni, una cifra che non solletica neanche il club di Andrea Agnelli.

 

Marotta

Check Also

SARRI LIVE: “Juve-Inter non è come le altre. Ronaldo deve fare la differenza”

La conferenza di Maurizio Sarri alla vigilia della sfida di ICC contro l’Inter: INTER – …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.