Home / blu / Juventus incerta in campo: Marotta ha la soluzione sul mercato

Juventus incerta in campo: Marotta ha la soluzione sul mercato

Beppe Marotta e Fabio Paratici stanno pensando ai possibili innesti di gennaio, come riportato da Tuttosport. Tutto può accadere, per carità, compresa l’eventualità che la Juventus di oggi rimanga così com’è, con tutti i nodi legati a un centrocampo talvolta da rammendare. Perché Claudio Marchisio non può giocare sempre, Sami Khedira è stato già spremuto come non gli accadeva da anni e i vari Mario Lemina, Hernanes, Stefano Sturaro (senza dimenticare Kwadwo Asamoah, infortunato) non rappresentano una garanzia di affidabilità a gioco lungo.

Axel Witsel: il nazionale belga in fuga dallo Zenit San Pietroburgo, l’attesa è per il prossimo summit fra le dirigenze, con i russi che prevedibilmente vorranno farsi rispettare, alla loro maniera: sarebbe a dire che 5 milioni in più sul conto in banca della Gazprom potrebbero non fare la differenza. Se l’ex Benfica arriverà – al più tardi – a giugno, è su Marco Verratti che l’attenzione si concentra, gli occhi si spalancano, i viaggi si moltiplicano. «Ottimo giocatore, ma non è nostro», l’ultimo lascito di Marotta. Tutto vero, così come rimane in dubbio la permanenza a Parigi del 24enne cui non sono bastati quattro rinnovi di contratto perché il feeling con il Paris Saint-Germain sbocciasse in maniera definitiva. Detto che il Bayern Monaco è tra i favoriti, la Juventus non molla, convinta dai buoni rapporti con l’entourage del regista abruzzese e dalla possibilità di concretizzare un’altra maxioperazione “alla Higuain” nell’estate che verrà, non necessariamente legata a un’altra uscita di un top (come nel caso di Paul Pogba). Verratti, intanto, è in Nazionale e martedì 15 giocherà a Milano contro la Germania: chance buona per interessanti incroci di persona, tutt’altro che casuali, con procuratori e intermediari.

I prossimi giorni saranno determinanti per chiudere l’affare Bentancur, con i vertici del Boca Juniors attesi a breve in Europa per l’amichevole di metà mese contro il Siviglia. Ma non è l’uruguaiano, comunque un 19enne dalle grandi prospettive, l’elemento che può far svoltare la Juventus riportandola irrevocabilmente al top nel contesto europeo. Neppure Blaise Matuidi è un campione imprescindibile, però le sue caratteristiche di mastino abituato a ringhiare sulle caviglie altrui dispensando qualità nel contempo non sono rinvenibili nella rosa dei campioni d’Italia. Mino Raiola è il suo agente e le relazioni con i dirigenti bianconeri non saranno quotidiane, tuttavia la sintonia non manca. Se non rinnova, il 29enne con il Bleu tatuato sulla pelle vedrà scadere il proprio contratto con il Psg nel 2018. Tu chiamale, se vuoi, occasioni…

Check Also

MLS, Higuain: “Prima non volevo nemmeno allenarmi, ora la MLS mi può far tornare la voglia”

In una recente intervista rilasciata e pubblicata nella giornata di ieri al podcast della Cbs “Que Golazo”, Gonzalo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *