Home / blu / JUVENTUS, Senza Cristiano ma con Chiesa: col Crotone pronto l’esordio in bianconero

JUVENTUS, Senza Cristiano ma con Chiesa: col Crotone pronto l’esordio in bianconero

La Juventus e Federico Chiesa hanno apparecchiato la loro prima uscita. Le formalità sono note: questa sera alle 20:45, stadio Ezio Scida di Crotone per uno dei più classici primi appuntamenti. I bianconeri partiranno in mattinata alla volta della Calabria per disputare il match serale a tre settimane dall’ultima apparizione sul campo complici non presentazione del Napoli all’Allianz Stadium prime e sosta per gli impegni della nazionali poi. E per l’ex Fiorentina, per la prima volta, indosserà la casacca numero 22 juventina.

CHIESA METTE LA PRIMA – Lo scorso 5 ottobre, ultimo giorno della sessione estiva di calciomercato, la Vecchia Signora ha concluso in maniera definitiva l’affare con il club di Commisso che ha portato Federico Chiesa tra le fila di Madama per una cifra che, negli anni, arriverà complessivamente vicina ai 60 milioni di euro. Investimento a lungo termine e particolarmente oneroso che dimostra la stima della società bianconera nei confronti delle capacità del figlio d’arte. Solo due giorni fa però il primo passaggio al centro sportivo della Continassa dopo le gare con l’Italia di Mancini: primi saluti e nuove sensazioni in quella che per i prossimi anni sarà la sua casa. E tanto entusiasmo che dovrà sfruttare anche sul campo di Crotone quando muoverà i primi passi in difesa della maglia che tanto ha voluto indossare e che gli chiede, nel corso dell’avventura, un salto di qualità definitivo.

VERSO LA MAGLIA DA TITOLARE – Un allenamento differenziato giovedì e uno con il resto della squadra ieri: questi gli unici due approcci di Chiesa alla Juventus e con lo staff tecnico che ne dovrà sfruttare le caratteristiche. Complice però la defezione di Ronaldo e le condizioni non perfette di Ramsey e Dybala, Andrea Pirlo sta seriamente pensando di lanciare il classe 1997 dal primo minuto sul terreno dello Scida di Crotone. L’ex viola andrebbe così a comporre il tridente d’attacco con Kulusevski e Morata prima di dare il via al processo di “adattamento” a esterno di destra a tutto campo. Subito nella mischia dunque, dalla sua ci sono conoscenza del campionato italiano e intelligenza tattica oltre che una condizione fisica di buon livello. Chiesa si affaccia sulla Juve e Pirlo non ci pensa due volte ad affidargli immediatamente responsabilità.

Check Also

POSTPARTITA, Chiesa: “Faccio quello che dice il mister, volevamo la vittoria. Contento di essere qui”

È da pochi minuti terminato il primo match stagionale di Champions League dei bianconeri contro …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *