Home / juventus women / Juventus Women Campione d’Italia, che lotta con il Brescia: tutte le tappe fondamentali del trionfo bianconero. VIDEO
Immagine dal profilo Twitter ufficiale della Juventus Women

Juventus Women Campione d’Italia, che lotta con il Brescia: tutte le tappe fondamentali del trionfo bianconero. VIDEO

Ieri sera, dopo un’annata splendida giocata punto a punto, si è chiuso ufficialmente il Campionato di Serie A Femminile, che ha visto le ragazze di Rita Guarino conquistare il primo tricolore alla prima partecipazione ufficiale. Ma quali sono state le partite che hanno svoltato la stagione e che hanno indirizzato il campionato verso quest’emozionante spareggio? Riviviamo i momenti chiave dell’annata.

Brescia – Juventus Women

La gara che ha segnato la prima parte di stagione è inevitabilmente lo scontro diretto della partita d’andata: le due squadre, arrivate al big match d’andata a punteggio pieno (18 punti), si affrontano sul campo delle leonesse. Le bianconere la sbloccano quasi subito con Boattin, che realizza il rigore, e all’intervallo si è già sul risultato di 0-3, grazie alle successive reti di Franssi e Galli. Nella ripresa, a risultato ormai acquisito, ci pensa Barbara Bonansea a firmare il definitivo poker. La Signora vola a 21 punti, staccando le rivali di tre lunghezze.

 

Juventus Women – Brescia

Se entrambe le squadre continuano a vincere, il punto di svolta successivo non può che essere lo scontro diretto di ritorno. Dopo diciassette vittorie consecutive, la squadra di Rita Guarino ha la grandissima opportunità di chiudere definitivamente il campionato: battendo le rondinelle, infatti, i punti di vantaggio sarebbero sei, a sole quattro giornate dal termine. Ma il Brescia, contro ogni aspettativa, espugna il Campo Ale&Ricky e impartisce una lezione di calcio alle bianconere. Ora le due squadre, a sole quattro giornate dal termine, sono appaiate a 51 punti: 17 vittorie e 1 sconfitta per entrambe, maturata proprio nei due rispettivi incontri.

 

 

Fiorentina – Juventus Women
Brescia – Atalanta Mozzanica

Il turno successivo è, con molta probabilità, l’unico grosso ostacolo da qui allo spareggio, considerando le ultime tre partite, sulla carta agevoli, di entrambe le squadre. La Juventus è attesa dalla Fiorentina Campione d’Italia, il Brescia ospita l’Atalanta Mozzanica. Proprio in terra lombarda il risultato si sblocca subito a favore delle rondinelle, mentre a Firenze la partita è bloccata e le padrone di casa giocano con più convinzione. Nella ripresa, è proprio la viola a portarsi in vantaggio: Brescia momentaneamente a +3 e scudetto che si allontana. Poi, nel giro di dieci minuti, una serie di ribaltoni concludono una giornata che è destinata a restare nella storia di quest’annata. A distanza di pochi secondi, infatti, verso il minuto 78, arriva sia il pareggio del Mozzanica sia quello della Juventus. Equilibrio in classifica ristabilito, ma non c’è tempo di pensare agli scenari aggiornati che a Brescia il risultato cambia nuovamente: gli ospiti hanno raddoppiato, ora le rondinelle sono sotto di un gol e di un punto in classifica. Minuto 88 e succede nuovamente l’impensabile: a Firenze, dagli sviluppi di un corner, Salvai spedisce la palla nella propria porta e regala il vantaggio ai campioni d’Italia; quasi contemporaneamente, il Brescia agguanta il pareggio e, in un attimo, vede il tricolore più vicino, guidando la classifica con un punto di vantaggio. In pochi secondi infatti la situazione è completamente ribaltata. La squadra di Rita Guarino è completamente in balia della Fiorentina e non ha la forza di reagire. Dopo un’annata dominata (miglior attacco e miglior difesa), dopo diciassette vittorie consecutive, sta per arrivare la seconda sconfitta consecutiva che significa, con tutta probabilità, abbandonare il sogno. Ma in una giornata così pazza, in cui nulla è così scontato, succede l’imprevedibile: al minuto 92, il Brescia commette l’errore di non accontentarsi del pareggio. Da un calcio d’angolo a favore, infatti, scaturisce un contropiede devastante che culmina con un pallonetto delizioso di Carolina Mendes. Le due squadre che comandano la classifica cadono fragorosamente e, in una giornata emozionante che ha visto – soprattutto negli ultimi minuti – gli scenari cambiare in continuazione, il tutto è rimandato ad un eventuale spareggio, salvo altre sorprese nelle ultime giornate. Sorprese che, però, non arrivano. Nel modo più romantico possibile, la festa si consuma al Silvio Piola di Novara, dopo una partita bloccata tatticamente e decisa solo ai calci di rigore. La Juventus Women festeggia così il primo scudetto della sua storia al primo tentativo e, come i colleghi della categoria maschile, si iscrive nell’albo dei vincenti della stagione 2017-2018.

 

Check Also

RAKITIC, possibile colpo a gennaio

Come riporta Calciomercato.it, continua ad essere vivo l’interesse di Inter e Juventus per Ivan Rakitic, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.