Home / News / KEAN, Obiettivo non bruciare la pianticella. Mancini: “Balo e Moise possono fare grandi cose”
ph Marchisciano / One+Nine Images Torino 10–03-2017 - Juventus vs Milan 2016-2017 Nella foto: kean e dybala-esultanza dopo gol

KEAN, Obiettivo non bruciare la pianticella. Mancini: “Balo e Moise possono fare grandi cose”

Sulla Gazzetta ampio spazio a Moise Kean. “Li trovo tutti io, è il mio destino” è il virgolettato di Roberto Mancini quando gli viene chiesto se Moise Kean sia il nuovo Balotelli. La paura del c.t. è che il ragazzo possa fare gli stessi errori di Supermario, uno che non ancora 18enne seppe di fatto trascinare l’Inter verso lo scudetto nel momento in cui era fuori Ibrahimovic. C’era il Mancio su quella pan­china nerazzurra, e ancora oggi, anche dopo la burrascosa convivenza al City, è lì a lottare per SuperMario: non si dà pa­ce, rifiuta l’idea di perdere defi­nitivamente un talento simile. “Balo e Kean possono fare grandi cose”, ha ripetuto saba­to notte. Non è un mistero che quei due siano gli ideali attac­canti nella testa di Roberto. Kean, per fortuna, sembra comunque parecchio diverso dal ragazzino che un anno e mezzo fa, quando in­ dossava la maglia dell’Under 19, costrinse il c.t. azzurro Pao­lo Nicolato a cacciarlo dal radu­no insieme al compagno Sca­macca per motivi disciplinari. La Juve da allora ha lavorato mol­to su Moise, soprattutto sull’aspetto comportamentale, e adesso ne sta raccogliendo i frutti.

Check Also

ALEX SANDRO, infortunio per il brasiliano

Tegola per Sarri: Alex Sandro sì è infortunato nel corso dell’ultimo match con il Brasile. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.