Home / Calciomercato / Kessie nel mirino dei top club d’Europa

Kessie nel mirino dei top club d’Europa

Come riportato da Calciomercato.com, si allunga di ora in ora la lista delle pretendenti al cartellino di Franck Kessié. Il talentuoso 20enne centrocampista dell’Atalanta e della nazionale ivoriana, ha davvero stregato tante big del panorama calcistico europeo, soprattutto appartenenti alla Premier League, divenendo uno dei pezzi pregiati del calciomercato. Da tempo infatti, Liverpool, Everton, Tottenham, Arsenal, Manchester United, Manchester City e Chelsea lo seguono con estrema attenzione , oltre al PSG.

Stando alle indiscrezioni filtrate dall’Inghilterra oltretutto, nelle ultime ore, proprio i ‘Blues’ di Antonio Conte, avrebbero presentato un’offerta di ben 31 milioni di euro agli orobici per Kessié, con l’intenzione di portarlo immediatamente a Londra. Offerta però, che i nerazzurri avrebbero rispedito al mittente, consci del fatto che – visto l’interesse scatenatosi intorno al giocatore – il valore del suo cartellino sembra destinato ad aumentare ulteriormente. Tra l’altro, l’ex Cesena e Stella Adjamé ha ancora 4 anni di contratto con i bergamaschi (l’accordo scadrà infatti soltanto nel giugno del 2021).

E le italiane? Come è noto, Kessié piace alla Juventus di Massimiliano Allegri ma anche alla Roma di Luciano Spalletti. L’Atalanta in tutto questo fa muro: finora la dirigenza della ‘Dea’ ha strenuamente resistito a tutti gli assalti, sperando di poter scatenare una vera e propria asta la prossima estate. Un’asta alla quale, secondo le ultimissime indiscrezioni, vorrebbe partecipare anche Carlo Ancelotti: il Bayern Monaco infatti, è l’ultima formazione ad aver messo Kessié sui propri radar.  L’estate è ancora lontana ma possiamo già azzardare che sarà caldissima per tutte le pretendenti a Kessié: si dovrà sudare e non poco per battere la folta e agguerrita concorrenza…

Check Also

MERCATO, La destinazione di Douglas e Khedira: Juve, gli addii prima di Chiesa o Correa

La Juventus sta cercando di definire le cessioni, per questioni di monte ingaggi e di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *