Home / News / Kohler: “Felice se la Juve vince la Champions, ma la vedo dura. Vi spiego il motivo”

Kohler: “Felice se la Juve vince la Champions, ma la vedo dura. Vi spiego il motivo”

La Repubblica ha intervistato l’ex roccioso difensore della Juventus e della Nazionale tedesca, Jurgen Kohler, uno degli ultimi “stopper” del calcio moderno, oggi allenatore  del Vfl Alfter: Sento dire che la Juventus adesso può vincere la Champions League: dovesse farcela, sarei l’uomo più felice del mondo. Ma la vedo molto dura. Sono stato un difensore, e quindi comprendo a pieno il loro valore, ma Buffon, Chiellini, Barzagli e Bonucci non possono bastare. Hanno una certa età e questo pesa soprattutto in un calcio sempre più tecnico, veloce e dinamico. E il basso livello della Serie A certo non aiuta. Conte che tipo era? Abbiamo anche condiviso la stanza molte volte. Si vedeva che sarebbe diventato allenatore, per come si dava da fare in allenamento e per quello che faceva per la squadra. Ma era anche un narciso. Diceva sempre: ‘Sono il più bello!’. La Juve di Lippi ha prodotto tanti allenatori come me, Deschamps, Sousa, Vialli, Ferrara? Non è un caso. Gli allenamenti di Lippi erano ogni giorno un insegnamento per noi tutti, dal punto di vista tattico e fisico. Mentre ci faceva sudare, ci trasmetteva l’essenza stessa della sua professione. E imparavamo. Meglio Lippi o Trapattoni? Sono stati gli allenatori migliori che abbia mai avuto. Non ho mai litigato con loro. Due gentlemen, sempre corretti, aperti, disponibili. Trapattoni era un grande motivatore e aveva un rapporto eccezionale con i giocatori. Lippi invece aveva un’incredibile attitudine al successo, al risultato. Mai vista una cosa simile”

Check Also

FCJ SOCIAL, Tutta la carica di Mckennie

Con un post pubblicato sui canali social ufficiali della società, l’FC Juventus condivide assieme ai tifosi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *