Home / blu / La Juventus corre, spreca, soffre e vince.

La Juventus corre, spreca, soffre e vince.

Missione compiuta per la Juventus, che s’impone al cospetto del Chievo e, soprattutto, al cospetto di emergenze e sfortune varie (in primis una lista di infortunati e acciaccati già lunga di per sé alla vigilia e poi implementata a partita in corso dal fulmineo infortunio alla spalla di Andrea Barzagli). E ancora: a dispetto di uno stato di stanchezza latente che il recente tour de force ha alimentato in maniera massiccia, come sottolinea oggi Tuttosport.
Non è un caso che ancora una volta, dopo il match casalingo di Champions contro il Lione, il Conte Max abbia optato per la difesa a quattro e un “caciucco ragionato” tra centrocampo e attacco. Hernanes in regia, Pjanic mezzala destra con licenza di trequarteggiare, Sturaro mezzala sinistra con licenza di farsi un mazzo così. In attacco: Higuain terminale offensivo, per lo più in mezzo; Mandzukic attaccante quasi esterno, a sinistra; Cuadrado a metà tra mediana e attacco.
Il 4-3-3 camaleontico comincia a sfavillare – a tratti – nella ripresa esaltando in particolar modo Pjanic e Cuadrado. Il colombiano, non a caso, fornisce il suo ennesimo assist della stagione, in questo caso a Mandzukic, abilissimo nel prodursi nello stop a seguire con chirurgica conclusione a rete valevole l’1-0.
Più ancora che tecnica e tattica, però, la Juventus ci ha messo spirito di sacrificio e personalità. Non squagliandosi nemmanco dopo il rigore dubbio (il fallo sembra iniziare fuori area) concesso al Chievo per atterramento di Pellissier (ahi, Lichtsteiner), e da Pellissier trasformato. Ha pensato Pjanic a realizzare la profezia di Allegri e trasformare la punizione del definitivo 2-1, pescando dal menù alla voce specialità della casa. Nonché, soprattutto, facendo passare in secondo piano le successive occasioni da gol sciupate da Sturaro e Cuadrado. Ergo regalando alla compagnia una sosta serena e tranquilla, intrisa di ottimismo in ottica futura.
Sì perché la Juventus può ora godersi un’altra sosta da capolista.

Check Also

PAGELLE MB, Tripla beffa Morata, male sia Chiesa che Kulusevski. La Juve di Pirlo cade allo Stadium

All’Allianz Stadium si affrontano Juventus e Barcellona, nella gara valida per la seconda giornata della fase a gironi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *