Home / editoriale / La Juventus deve andare avanti per la sua strada…

La Juventus deve andare avanti per la sua strada…

Sta per concludersi una settimana da incubo per il calcio italiano, iniziata male e finita peggio, con il serio pericolo che la polemica scoppiata in queste ultime ore si protrarrà ancora per molto tempo. Il tutto era cominciato con la futile polemica da parte del Milan in seguito alla partita contro la Juventus di Domenica scorsa, una vera e propria sceneggiata capricciosa alimentata dal geometra Galliani e mirata a far suscitare dubbi totalmente infondati sulla correttezza della dirigenza juventina, che avrebbe trasmesso immagini manipolate per celare la posizione di fuorigioco sul primo gol segnato da Tevez. Dopo giornate di intensi scambi di email, di accuse e offese, sembrava che l’ ennesima vergognosa pagina del nostro calcio stesse per essere girata e, invece, ecco che nella giornata di oggi si è tornati a parlare di presunti ordigni e complotti. Claudio Lotito, infatti, attuale presidente di Lazio e Salernitana oltre che braccio destro di Tavecchio, si è reso protagonista di frasi molto, come dire, enigmatiche, ma nemmeno troppo, con le quali  riferendosi a   Beretta lo accusava spudoratamente  di valere zero e nelle quali  affermava che sarebbe un disastro, economicamente parlando, se squadre come Carpi e Frosinone salissero in serie A, perché  i diritti televisivi non verrebbero acquistati da nessuno. Si tratta, dunque,  di una nuova batosta alla credibilità del sistema e al modello democratico che dovrebbe governarlo, considerando i giudizi da parte dei ” potenti”  nei riguardi delle piccole squadre ed  il totale dominio della situazione da parte di un uomo solo. In tutto questo, tuttavia, la Juventus continua ad allenarsi, con lo scopo di arrivare preparata al match di Domenica sera al Dino Manuzzi di Cesena. La seduta odierna ha avuto un carattere prevalentemente tattico, con la squadra che ha lavorato per circa due ore sui movimenti dei singoli reparti sotto gli occhi attenti di Nedved e Parataci. Buone notizie, nel frattempo, anche per Kwadwo Asamoah, che ieri si è recato a Barcellona in compagnia del medico sociale, il dottor Causarano, per il preventivato controllo postoperatorio effettuato dal dottor Cugat. Il chirurgo si è detto molto soddisfatto della fase riabilitativa ed il centrocampista inizierà fra due settimane le attività di corse, per recarsi fra un mese  nuovamente in terra catalana con lo scopo di decidere quando riprendere l’ attività agonistica. Hanno parlato, inoltre, alcuni dei guerrieri bianconeri, come il difensore Ogbonna e il capitano Gigi Buffon. Il primo ha spiegato con quanta ansia aspetti il primo gol, puntualizzando che la squadra è pienamente concentrata sia su Cesena sia sul Borussia Dortmund, avversario temibile nonostante la pessima posizione nella classifica tedesca; il numero uno bianconero è tornato, invece, sulle polemiche post Juventus- Milan di Domenica scorsa, affermando ciò che col tempo è divenuta una massima del mondo bianconero: le vittorie della Vecchia Signora sono rese ancora più belle dalle continue polemiche da parte degli avversari!

SIMONE GOLIA

Check Also

MERCATO, Milik o Icardi? Il dilemma sull’erede del Pipita

Gonzalo Higuain, il figliol prodigo ritornato in bianconero l’estate scorsa e che tanto ha lottato …