Home / Calciomercato / La Juventus non pensa solo a Witsel, c’è anche Depay

La Juventus non pensa solo a Witsel, c’è anche Depay

Beppe Marotta e Fabio Paratici non limitano il raggio d’azione ad un solo candidato per rinforzare il centrocampo, come riporta oggi Tuttosport: vuoi perché non è cosa buona e giusta lasciarsi sfuggire opportunità di mercato che possono rappresentare un colpaccio anche in ottica futura, vuoi perché – comunque – nei piani bianconeri è contemplata l’eventualità di un doppio acquisto in mediana. Giacché il reparto, lo dicono i fatti, s’è rivelato più “corto” del dovuto, dimostrando qualche carenza sia in termini qualitativi sia in termini quantitativi. L’ipotesi di una accoppiata Witsel-Tolisso, dunque, non è affatto da escludere a priori.

La situazione-Witsel, ormai, è affar noto. Di certo c’è che il giocatore belga – già ad un passo dai bianconeri in estate (visite mediche effettuate, prima del retromarcia del club russo) – non ha alcuna intenzione di rinnovare il contratto che lo lega allo Zenit e che scadrà al termine della stagione. Ha già deciso che la sua nuova avventura sarà in Italia e con la maglia bianconera (tanto è vero che non perde occasione per incensare e lodare il suo futuro tecnico Massimiliano Allegri e i suoi nuovi compagni), attende solo di capire se potrà gettarvisi – nella nuova avventura – già a gennaio. Marotta e Allegri ci sperano e in questo senso stanno lavorando: la Juve ha offerto fino a 6 milioni di euro pur di anticipare il trasferimento alla prossima sessione invernale, ma attendono il definitivo via libera dei russi. I quali stanno ancora cercando un degno sostituto di Witsel, pertanto al momento fanno la voce grossa.

Tra i pregi di Witsel, al di là di duttilità e qualità, c’è il fatto che potrà essere schierato in Champions League. Un pregio che ha anche un altro elemento – ma qui decentriamo e avanziamo il raggio d’azione – seguito in maniera sempre più assidua dai vertici bianconeri: l’esterno offensivo Memphis Depay, 22enne in forza al Manchester United. Il suo feeling con José Mourinho non è idilliaco e le vicissitudini in cui versano i Red Devils (in crisi di gioco e di risultati) hanno fatto sì che l’olandese finisse particolarmente penalizzato. Insomma: scenario ottimale per poter imbastire una trattativa e provare a mettere le mani su uno dei giovani talenti più promettenti dello scenario internazionale. Il suo futuro resta un’incognita. La recente gara dell’Olanda ha visto in tribuna gli osservatori della Vecchia Signora. E Depay ha confermato di essere un attaccante di livello assoluto. Perfetto per il 4-3-3 con cui Allegri potrebbe disegnare la sua Juventus nell’ottica di un assalto alla Champions League. Depay, infatti, è il classico “spacca partite” che può fare la differenza e aggiungere qualità al gruppo.

Check Also

TMW RADIO, Di Marzio: “Messi e Ronaldo? Solo Maradona è una divinità”

Mister Gianni Di Marzio ricorda a TMW Radio, durante Maracanà, Diego Maradona, nel giorno dei suoi 60 anni: “Un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *