Home / News / La super difesa bianconera sulla scia di Scirea & C.

La super difesa bianconera sulla scia di Scirea & C.

Un bunker da scudetto. La difesa è l’arma in più della Juve che si avvicina al quinto tricolore consecutivo. A San Siro per il penultimo gran premio della montagna della stagione (in calendario c’è ancora la visita alla Fiorentina), i bianconeri si presentano con la migliore retroguardia della serie A e non è una novità, visto che da quattro anni il reparto arretrato dei campioni in carica è il meno perforato del campionato. Anche così sono stati costruiti i tre titoli dell’era Conte e il primo di Allegri. Ora la storia si sta ripetendo: dopo un avvio choc in cui hanno subìto 9 gol nelle prime dieci giornate, il periodo della crisi, i bianconeri hanno voltato pagina in maniera eccezionale incassando soltanto 7 reti nelle successive 21 gare, venti delle quali vinte. E’ tornato il muro davanti a Gigi Buffon, che ci ha messo anche del suo firmando il nuovo record storico di imbattibilità con 974 minuti e mantenendo per dieci gare consecutive la porta inviolata, primato mai raggiunto prima in serie A. In tutto sono 16 in 31 match. L’attuale difesa bianconera è la terza della storia del club per media gol subiti: 0,52 a partita. Meglio hanno fatto solo la Juve del 1981-82, quella di Zoff, Gentile, Cabrini, Brio e Scirea, che a fine campionato subì solo 14 reti in 30 partite, media 0,47 a gara, e la squadra della stagione precedente con quindici gol al passivo in 30 partite, media di 0,50. Tutti gli ultimi quattro scudetti consecutivi sono arrivati con numeri impressionanti in difesa: 20 reti subite in 38 gare nel 2011-12, media 0,53; 23 nel 2013-14, media 0,61; 24 nel 2012-13 e nel 2014-15, media di 0,63. La seconda Juve di Allegri può aggiornare queste cifre nelle prossime sette giornate e diventare la migliore dell’ultimo quinquennio. Stasera Allegri proporrà nuovamente la difesa a tre con Rugani confermato al fianco di Bonucci e Barzagli. Sarà 3-5-2 e sarà una Juve senza Dybala che, come previsto, non ha recuperato dalla lesione al bicipite femorale destro. In attacco via libera a Morata e Mandzukic con Zaza pronto a sfruttare una chance. I dubbi sono tutti sugli esterni: Lichtsteiner e Alex Sandro sono favoriti su Cuadrado ed Evra. A centrocampo Khedira non ci sarà perché la Corte Sportiva d’Appello Nazionale ha respinto il ricorso per la riduzione della squalifica di due giornate. Al suo posto giocherà Sturaro, insieme a Marchisio in regìa e Pogba interno sinistro, scrive il Corriere dello Sport.

 

 

slide_rugani02

Check Also

ICARDI, 10 milioni di ragioni per dire sì al PSG

Mauro Icardi al PSG. L’Inter avrà 50 milioni più 8 di bonus. L’argentino guadagnerà 10 …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *