Home / Calciomercato / L’Aiax era pronto a rubare Kean

L’Aiax era pronto a rubare Kean

Pericolo Ajax
Mentre Kean un minuto dopo l’altro trova spazio nella Juve, mentre la Juve si prepara a blindarlo con il primo contratto triennale, ecco che arrivano nuove indiscrezioni riguardo la squadra che più di tutte è stata vicina a strapparlo alla società bianconera. Ad aver sfiorato il colpaccio dell’estate, infatti, è stato l’Ajax. Molto più dell’interessamento forse di disturbo firmato Psg, molto più del monitoraggio attento del Manchester City ed anche molto più delle missioni dell’Arsenal in Italia: è da Amsterdam che sarebbe partita la vera offensiva negli scorsi mesi per arrivare al talento cristallino del 2000 bianconero. Per lui era pronto un posto stabile in prima squadra in una delle società che da sempre ha fatto della linea verde il proprio marchio di fabbrica: scovando, crescendo e lanciando talenti giovanissimi da far diventare grandi in fretta in un sistema consolidato e in un campionato che stagione dopo stagione continua a sfornare calciatori contesi a suon di milioni dai principali club europei. Un retroscena che emerge a distanza di qualche mese, ad Amsterdam era tutto pronto per accoglierlo a braccia aperte. L’ennesimo piano perfetto dell’Ajax insomma, con la benedizione di Mino Raiola. Che infine sembra però riuscito a realizzarlo proprio alla Juve, con la Juve, il piano perfetto per la carriera del più giovane calciatore bianconero di sempre. Con Kean che è riuscito a bruciare le tappe senza dover lasciare quella che è stata e rimarrà, per stessa ammissione di mamma Isabelle, la sua seconda casa, la sua seconda famiglia.
Sirene di mercato o no, contratto in arrivo o meno, non sono di sicuro questi gli argomenti che possano distrarre Kean. Non lo hanno mai fatto prima, non lo faranno di sicuro adesso in un momento che sembra sempre di più il suo momento. Uno spezzone col Pescara, un altro col Siviglia a gara tutt’altro che chiusa nonostante il vantaggio numerico e nel risultato. Ed ora un’altra grande occasione in vista sul campo del Genoa, unico attaccante di ruolo oltre a Mario Mandzukic rimasto a disposizione di Allegri e di conseguenza prima alternativa da pescare in panchina in caso di necessità. O chissà, magari anche qualcosa di più. Non si sa mai, il ghiaccio è stato rotto. Ed è già un grande successo. Massimiliano Allegri e la Juventus hanno grande considerazione nei suoi confronti. Adesso non deve cercare di strafare ma continuare a fare le cose semplici che lo hanno portato a giocare, sia pure per una manciata di minuti, a fianco di Mandzukic in situazioni tutt’altro che scontate. E non è finita qui…
 

Check Also

DYBALA, Il rinnovo si complica

Secondo quanto riportato dal Corriere di Torino si complica il rinnovo di Paulo Dybala. Per l’argentino …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *