Home / News / Le mosse di Miha anti Juve

Le mosse di Miha anti Juve

Tre jolly da usare
E allora i tre jolly che Mister Miha può decidere di utilizzare dal primo minuto, o nel corso della partita, sono di fatto alternative destinate ad alzare la muscolarità della formazione granata e le soluzioni sono, guarda caso, una per reparto. Cominciando dalla difesa, ecco che la novità andrebbe a cadere su uno dei due terzini, entrambi particolarmente abili nella fase offensiva, Zappacosta a destra e Barreca a sinistra. A scalpitare c’è De Silvestri che ieri si è fermato sul campo principale per provare cross precisi verso Rossettini e Bovo, chiamati a turno per incornare in porta i traversoni provenienti dalla destra. L’ex doriano dal punto di vista della marcatura è più pronto e anche sulle palle aeree può risultare più efficace proprio per la sua altezza. Salendo di reparto eccoci a centrocampo dove Mihajlovic presenta oltre a Valdifiori due mezzali, Benassi e Baselli, anche qui molto tecniche ma non così performanti nei contrasti. Tenuto conto che Obi è out mentre Gustafson deve maturare in partite non così impegnative, ecco che salgono le azioni di Acquah, ieri particolarmente brillante. Le sue incursioni prepotenti palla al piede, veri e propri strappi capaci di imprimere un improvviso e violento cambio di ritmo alla manovra, stanno tentando lo staff tecnico. Immaginarseli contro una Juventus magari non così brillante nel recuperare la posizione dopo un attacco andato a vuoto è un’ipotesi che stuzzica e stimola. E chiudiamo con l’attacco, dove il tridente meraviglia Iago-Belotti-Ljajic salvo colpi di scena sarà schierato dall’inizio ma Boyé rappresenterà la “minaccia” costante a incombere soprattutto sui due esterni se non dovessero garantire la giusta pressione sui terzini. A quel punto rischierebbero la sostituzione come avvenuto già a Genova, quando lo spagnolo non si stava applicando a dovere in copertura nella prima mezzora. Ieri, nell’allenamento disputato per quasi due ore, Mihajlovic ha voluto mescolare le carte proprio in tutti e tre i reparti. Dunque titolari e riserve insieme per non dare punti di riferimento a nessuno, anche agli stessi granata che intende tenere sulla corda sino all’ultimo. Che ci siano sorprese in serbo…

Check Also

TMW RADIO, Di Marzio: “Messi e Ronaldo? Solo Maradona è una divinità”

Mister Gianni Di Marzio ricorda a TMW Radio, durante Maracanà, Diego Maradona, nel giorno dei suoi 60 anni: “Un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *