Home / News / LE PAGELLE DI MONDOBIANCONERO: si salvano solo i centrali difensivi. La Juve crolla a Napoli
Dal profilo Instagram di Lorenzo Insigne

LE PAGELLE DI MONDOBIANCONERO: si salvano solo i centrali difensivi. La Juve crolla a Napoli

Szczesny 5: Qualche colpa sul primo gol del Napoli, con una respinta corta sui piedi di Zielinski. Nulla ha potuto sul secondo. In assenza di altri interventi significativi, pesa – e tanto – l’intervento poco perfetto.

Cuadrado 5.5: Pochi spunti dei suoi, in una partita che tutto sommato è rimasta bloccata per almeno un’ora di gioco. Attento in fase difensiva.

De Ligt 6.5: L’olandese disputa un’altra ottima partita, sempre ben piazzato e sempre pronto a dominare nel gioco aereo. Provvidenziale un intercetto su Milik al 52′, col polacco lanciato in porta. In occasione del 2-0 di Insigne devìa la sfera in maniera fortuita, ma anche in quel caso era ben posizionato a schermare le offensive del Napoli.Rimedia un giallo tutto sommato severo nel finale.

Bonucci 6.5: Come il collega di reparto, i due centrali difensivi sono i migliori in campo della Juventus. E questo la dice lunga sulla qualità della prestazione bianconera.

Alex Sandro 6: Ha il difficile compito, dal suo lato, di sorvegliare stretto Callejon e anticipare i suoi tagli verso il centro e la fase difensiva la fa discretamente bene. In fase offensiva, invece, si vede decisamente poco, complice una prestazione generale della squadra molto sotto tono.

Bentancur 5.5: Come mezz’ala, nel primo tempo, una prestazione sufficiente. Dall’uscita dal campo di Pjanic e il cambio di posizione – passando in cabina di regia – l’uruguaiano cala, iniziando a sbagliare un po’ di più e rallentando la manovra. Anche in occasione del primo gol di Zielinski è troppo distante da Insigne, consentendogli di prendere la mira e calciare con potenza verso la porta di Szczesny. Da segnalare il bel lancio da 50 metri in occasione del gol di Ronaldo.

Pjanic 6.5: Uno dei migliori, mette ordine e si assume anche parecchi rischi senza mai perdere la sfera, portando palla per tanto tempo e rompendo il pressing dei giocatori azzurri. Costretto ad uscire ad inizio ripresa, ancora dolorante dopo un intervento di Demme nel primo tempo. Dal 50′ Rabiot 5: Impalpabile, non si è visto praticamente mai, salvo prendersi il solito giallo per foga agonistica. Su questo, il francese, ha ancora tanto da migliorare.

Matuidi 5: Tanta corsa e poco altro. Impreciso in fase offensiva, regala palla al Napoli in occasione del gol di Zielinski che sblocca il match. Dal 72′ Bernardeschi 5.5: Entra con tanta voglia, forse troppa, e rimedia subito un cartellino giallo per un gesto di stizza. A parte quello, nei pochi minuti a disposizione si vede comunque pochissimo.

Dybala 6: Va a fiammate, cercando di prendere per mano la squadra che è sembrata totalmente ingabbiata dagli azzurri. Al 40′ ha la grande occasione per sbloccare il match, dopo il velo di Higuain, ma anziché tirare di prima prova uno stop complicato e si fa anticipare da Mario Rui. Dal 72′ Douglas Costa 5.5: Svaria per tutto il campo, provando a rendersi pericoloso e a propiziare passaggi pericolosi. Ma il risultato non è soddisfacente e non riesce minimamente ad incidere.

Cristiano Ronaldo 6: Un gol nel finale sull’unica vera occasione da rete, che tuttavia gli salva solo parzialmente la prestazione. Ma per gli amanti dei numeri sono otto gol di fila e primo gol al San Paolo.

Higuain 5: A differenza delle altre uscite contro i partenopei, Gonzalo Higuain questa volta incide pochissimo, quasi zero. Bella palla per Dybala ad inizio match, poi il velo al 40′ sempre per la Joya. Nella ripresa, nei minuti di recupero, si rende pericoloso con una rovesciata dal limite che avrebbe gelato il San Paolo, ma è veramente l’unico squillo di una prestazione ampiamente insufficiente.

Sarri 6: Incapace di scuotere i suoi, la squadra è apparsa troppo passiva, quasi superficiale. I cambi non hanno inciso a dovere e forse, mai come in questa partita, la Joya avrebbe meritato la permanenza in campo a vantaggio di un Higuain che è sembrato veramente stanco e sfiduciato. Il passo falso in casa dell’Inter, tuttavia, gioca a suo vantaggio. La sconfitta a Napoli è sempre da mettere in conto.

Check Also

CORONAVIRUS, Italia; 584 nuovi positivi, 117 deceduti e 2443 guariti nelle ultime 24 ore

La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 67.324 …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *