Home / blu / L’ora delle giovani Zebre

L’ora delle giovani Zebre

Lasciamo da parte il campionato, lasciamolo immerso nella pausa delle Nazionali, fra un dubbio di Conte e un Europeo che si avvicina, inesorabile. Oggi, una menzione particolare la merita però quella Juventus che gioca e vince nell’ombra, che spesso non ottiene la visibilità che merita, ma che rappresenta un elemento fondamentale della società: la Primavera. I ragazzi di coach Grosso – non a caso uno che il ritmo Juve ha imparato a conoscerlo da vicino – oltre ad un campionato in cui si stanno avviando al successo da protagonisti, hanno conquistato il passaggio del turno negli ottavi di finale del prestigioso Torneo di Viareggio, manifestazione di ‘Carnevale’ di grande prestigio per i settori giovanili di molte società italiane. I bianconeri, con una prova di carattere e di estrema superiorità, hanno annientato i pari età del Milan, sepolti sotto un 4-0 senza remore. Non hanno avuto scampo i rossoneri di Brocchi, un altro che in carriera ha sempre saputo cosa significasse giocare a calcio.

Non stupisce più, nemmeno in piccolo, questa Juve: mentalità vincente, oltre che qualità e doti tecniche di tutto rispetto. Punteggio pieno nel, seppur modesto, girone eliminatorio, contro Deportivo Camioneros, Crotone e AIAC New York, avversari battuti segnando 9 reti e non subendone nessuna. Solo il Torino è riuscito ad eguagliare questo speciale primato. Negli ottavi, però i cugini granata sono riusciti a qualificarsi solo dal dischetto, mentre i bianconeri hanno annichilito l’avversario, rimanendo ad oggi l’unica formazione a non aver mai incassato reti. Pozzebon, Bove, Di Massimo e Morselli hanno servito il poker al Milan, in quella che è stata un’autentica prova di forza. Quattro nomi che potremmo rivedere su altri palcoscenici, forse. Avanti così, dunque, anche perché venerdì sarà già tempo di quarti di finale e ad attendere le giovani zebre ci sarà il cocciuto Bologna.

Come la Prima Squadra? Tuttavia, c’è una nota negativa nel successo del torneo: uno degli elementi più significativi della cantera juventina, Clemenza, ha subito un infortunio, per il quale si stanno valutando le condizioni. Il giocatore potrà difficilmente prendere parte al match con i felsinei, ma la speranza è di rivederlo in campo al più presto. La squadra ha bisogno di un perno come lui, un po’ come gli uomini di Allegri necessitano di un compagno come Paulo Dybala.
Da ora restano tre gare alla fine: obiettivo conquistare il torneo viareggino, per poi tornare a tuffarsi nella Regular Season. Bologna permettendo.
Federico Gennarelli – Twitter: @Belisario88

Juventus

Check Also

MAROCCHINI: “Milinkovic e Luis Alberto sarebbero titolari alla Juve”

Domenico Marocchino, ex giocatore della Juventus ha parlato a Radio Sportiva: “Il mercato della Juve …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.