Home / blu / Manchester fai il bravo. Stai Bon…ucci

Manchester fai il bravo. Stai Bon…ucci

Al momento si gode le vacanze, Leonardo Bonucci. Anche se le orecchie gli fischiano eccome (oggetto di riflessioni, pensieri, ragionamenti: si parla tanto di lui in giro per l’Europa). Anche se, soprattutto, gli squilla il cellulare: proprio perché chi gli sta vicino (procuratore, dirigenti bianconeri) sente il dovere di aggiornarlo, nonché mantenere la situazione sotto controllo, scrive Tuttosport.

Già perché i 60 milioni di euro offerti dal Manchester City – su espressa richiesta del nuovo tecnico Pep Guardiola – per il difensore/regista bianconero sono tanta roba, cifra faraonica in grado di far vacillare anche gli assetti più solidi. Ma in casa Juventus sono stati sufficienti pochi confronti nelle stanze che contano – confronti che hanno coinvolto il vicepresidente Pavel Nedved, l’amministratore delegato Beppe Marotta, il direttore sportivo Fabio Paratici, il tecnico Massimiliano Allegri – per scegliere un indirizzo d’azione tendente al “no, thanks: Bonucci non si vende”. Un no grazie scandito a chiare lettere che poggia sulla consapevolezza che: 1) sì, 60 milioni di euro per un difensore di 29 anni non ti verranno offerti mai più nella vita… 2) ma accondiscendendo ad una tale cessione sarebbe troppo alto il rischio di rompere un giocattolino, la Juventus, fondato e basato proprio sulla solidità difensiva e caratteriale del suo pacchetto arretrato (la cosiddetta B+BBC composta da Buffon, Barzagli, Bonucci e Chiellini). Peraltro dei 4 terribili “bastardi”, come sono stati definiti i bianconer-azzurri durante gli Europei francesi, Bonucci è il più giovane. Destinato cioè a tramandare il più a lungo possibile lo spirito vincente e il buon esempio anche alle generazioni di eredi da far maturare in casa.
Peraltro, ultima considerazione, la Juventus ha appena assunto lo status di club che effettivamente vuole insidiare gli altri top club europei, e non foraggiarli con i suoi migliori giocatori. Dunque… Oltretutto l’ultima volta che la Juventus ha ceduto giocatori a Guardiola, ha poi pagato un caro prezzo: ripensare a Vidal e Coman agli ottavi di finale dell’ultima edizione della Champions…
Confronto
Insomma, più di sessanta milioni di buoni motivi per rifiutare. Fermo restando, ovviamente, che per chiudere il caso una volta per tutte la Juventus avrà bisogno di un definitivo confronto con Leoanardo Bonucci.
Il centrale bianconero non smania affatto dal desiderio di lasciare la Juventus, cioè il club che l’ha reso grande e del quale ormai è uomo simbolo. Sta peraltro prendendo atto – ultimi colpi di mercato alla mano – del fatto che le ambizioni di grandezza bianconera sono quantomeno pari rispetto a quelle del Manchester City.
“Aumento”
E’ impensabile, tuttavia, a questo punto, che la storia bianconera possa proseguire se non previa un ritocco d’ingaggio. Non gli otto milioni l’anno che avrebbero offerto gli inglesi, ma quantomeno una cifra vicina ai 5 milioni, con bonus. Che sancisca una volta per tutte lo status di big del difensore bianconero, ma anche di top club della Juventus. Ora sì, in grado di blindare i suoi pezzi pregiati.
Bonucci 2

Check Also

MERCATO, Tre big italiane pensano ad un ex Juve

Fernando Llorente può tornare in Italia dopo l’esperienza al Tottenham. E’ quanto afferma il quotidiano …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.