Home / blu / Marotta: “Buffon storia e leggenda bianconera, con nuovi record da battere. Su Marchisio…”

Marotta: “Buffon storia e leggenda bianconera, con nuovi record da battere. Su Marchisio…”

Beppe Marotta, ad della Juventus, ha parlato a Tuttosport del momento bianconero, ma si è soprattutto soffermato su Gigi Buffon e Claudio Marchisio, ovvero due delle più importanti bandiere dell’attuale squadra campione d’Italia: «Gigi è un giocatore che, al di là delle grandi qualità calcistiche, ne ha di umane. E’ molto temprato e uno come lui, quindi, non deve farsi condizionare dalle critiche – ha incalzato Marotta, passando poi all’attacco -. Piuttosto è da biasimare il comportamento di certi soloni e critici che non si rendono conto di quello che valutano, ovvero un giocatore che ha fatto la storia del calcio italiano, che ha scritto pagine indelebili e che potrà recitare un ruolo importante anche dopo la carriera». Secondo Marotta, infatti, Buffon andrà oltre quanto fatto fra i pali negli ultimi 20 anni. Al di là di quello che accadrà dopo il 2018 – l’obiettivo dichiarato di Buffon è arrivare a difendere i pali dell’Italia nel Mondiale russo, il suo sesto personale (record di sempre) -, Marotta vede infatti per Gigi un futuro da protagonista anche fuori dal campo: «Oltre a rappresentare un’icona, Buffon è un professionista che raccoglie in sé grandi valori umani e che potrà aiutare le nuove leve del domani».

Marotta ha parlato anche di un giocatore il cui nome, dal 2006, salvo la parentesi del 2007-08 a Empoli, per tutti significa Juventus: Marchisio, pure lui presente all’incontro con gli arbitri. La squadra, come sottolineato dall’ad, ha saputo sopperire alla mancanza del “Principino”, ma il suo prossimo rientro sarà una manna per Massimiliano Allegri: «Parlare della sua mancanza in termini più pesanti all’interno del gruppo rispetto a quella di Pogba, è esagerato, perché siamo in testa al campionato e in Champions abbiamo fatto bene – la premessa di Marotta -. Detto questo, l’assenza di Marchisio si è fatta sentire perché è un giocatore di valore, di spessore, un elemento eclettico, moderno e che può ricoprire diversi ruoli. Ma la rosa della Juventus è competitiva e può essere in grado di attenuare determinate defezioni come quella di Marchisio».

Sulla stagione in corso e su Milik: «Siamo soddisfatti anche se siamo in una fase interlocutoria. Siamo ancora attori non protagonisti delle competizioni a cui partecipiamo, ma siamo soddisfatti dell’andamento». E a chi ha chiesto all’ad se l’infortunio di Milik può avvantaggiare la Juventus nei confronti del Napoli, Marotta ha risposto da cavaliere: «Colgo l’occasione per fare gli auguri al giocatore per una pronta guarigione. Noi, però, non siamo contenti perché ci piace vincere, ma ci piace farlo contro avversari che siano al meglio delle loro possibilità. Il fatto che il Napoli si privi di un giocatore così non è piacevole».

Check Also

ALEX SANDRO, infortunio per il brasiliano

Tegola per Sarri: Alex Sandro sì è infortunato nel corso dell’ultimo match con il Brasile. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.