Home / News / Max, occhio alla sosta. C’è l’incognita dei tanti nazionali

Max, occhio alla sosta. C’è l’incognita dei tanti nazionali

Occhio alla sosta, che quest’anno non porta bene alla Juventus. Due partite e due pareggi, con Chievo e Inter, il secondo tutto sommato accettabile (in trasferta), il primo un po’ meno. Stavolta dopo la pausa c’è il Milan allo Stadium e i bianconeri non possono permettersi di sbagliare: scontro diretto per la zona Champions, con i rossoneri che hanno due punti di vantaggio e la Juve che cercherà di approfittare dell’occasione per sorpassarli.
ALLEGRI IN POSITIVO Le nazionali danno la possibilità di staccare la spina, però non è mai facile per i tecnici preparare la gara successiva con la squadra decimata. Allegri oggi ricomincerà gli allenamenti senza 16 giocatori: a parte Cuadrado, non avrà altri titolari a Vinovo fino a mercoledì prossimo. La pausa può essere una trappola quando guidi una grande. Anche Allegri ci è cascato qualche volta, anche se il suo bilancio tutto sommato è positivo: considerando i tre anni e mezzo di Milan e le due stagioni con la Juventus (il periodo di Cagliari non l’abbiamo considerato perché le piccole perdono molti meno giocatori per le nazionali), su 23 gare giocate (mettendo in conto anche la lunga sosta di Natale) ne ha vinte 12, pareggiate 8 e perse 3.
TROPPI CHILOMETRI Anche lo scorso anno i bianconeri pareggiarono due volte, a Sassuolo e con l’Inter, ma vinsero con Udinese (in casa), Lazio ed Empoli (in trasferta). Nell’anno dello scudetto con il Milan Allegri conobbe la sconfitta a Cesena, dopo la prima sosta per le nazionali. La stagione peggiore fu il 2012-13: due sconfitte (Atalanta in casa e Lazio in trasferta), ricorda La Gazzetta dello Sport.
MILAN ZERO ALLO STADIUM In questi casi pesano soprattutto i lunghi viaggi intercontinentali: Caceres e Dybala ripartiranno mercoledì 18 dal Sudamerica, a tre giorni dalla partita, ma anche i rossoneri avranno lo stesso problema con Bacca, Zapata e Rodrigo Ely. Stavolta però la Juventus non può sbagliare. Il Milan è la prima grande che arriva allo Stadium in questa stagione e i bianconeri, dopo aver perso a Roma e Napoli e pareggiato a San Siro con l’Inter, possono finalmente vincere il primo big match in campionato. I precedenti aiutano: i rossoneri non hanno mai fatto punti nel nuovo stadio della Juve in Serie A (solo un pareggio in Coppa Italia nel 2011-12). Mihajlovic però l’anno scorso fece 1-1 con la Samp.

 

 

Allegri

Check Also

BARRIALES, “CR7 non serviva alla Juve, è una primadonna”

Laura Barriales, showgirl spagnola, ha parlato ai microfoni di Sportmediaset. “Mi alleno con i miei …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *