Home / Calciomercato / MERCATO, I grandi top e flop bianconeri per reparto degli ultimi vent’anni

MERCATO, I grandi top e flop bianconeri per reparto degli ultimi vent’anni

Il mercato è sempre uno dei momenti più avvincenti per gli appassionati di calcio, indistintamente dalla propria fede calcistica. Seguire le notizie, sognare o festeggiare l’arrivo di qualcuno, soffrire per la partenza di un giocatore amato: tutte emozioni che, in estate, accompagnano i tifosi fino alla ripresa del campionato. In questa finestra di trattative, la Juventus ha visto arrivare De Ligt, Rabiot, Ramsey, Demiral, Pellegrini, Romero (rimasto in prestito al Genoa per un altro anno), Traorè, Danilo ed il ritorno di Buffon. Non sono mancate le partenze, come quelle di Spinazzola, Rogerio, Cancelo e Kean (per ora ndr).

Ma quali sono stati i top/flop per reparto della Juventus? Abbiamo provato a stilare una piccola lista di nomi con quelli che per noi, hanno caratterizzato per ogni ruolo i meglio/peggio acquisti della Juve:

PORTIERI:

Top:

Sarebbe scontato fare il nome di Buffon, ecco perché abbiamo preferito inserire Wojciech Szczesny: Arrivato dall’Arsenal per 12.5 milioni di euro dopo una prima apparizione in Serie A presso la Roma. Nella squadra capitolina il portiere polacco non aveva entusiasmato granché, ma alla Juventus, si è dimostrato una valida sicurezza per la porta bianconera come dopo Buffon.

Flop:

Edwin Van Der Sar: Due stagioni ricche di papere e incertezze che costarono due scudetti ai bianconeri.

DIFENSORI:

Top:

Andrea Barzagli: Parlando in termini economici e di rendita, qui è d’obbligo inserirlo come top. Arrivato dal Wolfsburg per la modica cifra di 300.000€ nella stagione 2010/11 è considerato da molti un giocatore ormai finito. Si è dimostrato invece un autentico muro difficilmente valicabile dagli avversari.

Flop:

Cristian Zenoni: Estate 2001, la Juventus decide di accettare lo scambio di cartellino con il Milan di Cristian Zenoni con quello di Filippo Inzaghi. Inutile discutere, a distanza di anni, chi tra le due squadre abbia fatto il vero affare.

CENTROCAMPISTI:

Top:

Andrea Pirlo e Paul Pogba: È vero, sarebbe un solo giocatore per reparto, ma obiettivante parlando, questi due colpi bianconeri sono entrambi di altissimo valore visti poi i risultati ottenuti dalla loro presenza in campo. Il maestro, Andrea Pirlo, arrivato a parametro zero dal Milan che lo considerava ormai fuori dai progetti ed il polpo, Paul Pogba, giunto a Torino a costo zero e rivenduto agli stessi Red Devils a 105 milioni di euro.

Flop:

Cristian Poulsen: Quando arrivò, a Torino i più lungimiranti ancora prima del suo esordio in bianconero sapevano che il centrocampista danese non sarebbe stato quel gran colpo che sarebbe dovuto essere. In effetti, egli fece parte di uno dei centrocampi peggiori della storia juventina.

ATTACCANTI:

Top:

Alessandri Del Piero: Chi non se non lui? Arrivato dal Padova per 2,58 milioni di euro nel 1993, ‘Pinturicchio’ ha scritto la storia della Juventus con le sue 705 presenze e i suoi 290 goal, è senza ombra di dubbio il miglior acquisto nel reparto offensivo in termini di costo-rendita.

Flop:

Amauri e Nicolas Anelka: Il primo, arrivato dal Palermo e pagato 23 milioni di euro nel 2008, gioca una buona prima parte di stagione, per poi essere girato al Parma e infine, nel 2011, venire ceduto senza troppi rimpianti. Il secondo, invece, viene inserito di fretta e furia nella rosa della Juventus nel 2013. Complessivamente gioca 51 minuti. C’è chi dice che durante gli allenamenti mostrasse di essere meritevole di giocare di più, ma a quanto pare, Antonio Conte, allenatore in quella stagione, non apprezzava l’atteggiamento del francese e per punirlo, preferisse lasciarlo in panchina piuttosto che schierarlo.

Check Also

GAZZETTA: “Juve invincibile con Ronald’oro”, in campo e fuori

“Juve invincibile con Ronald’oro”, titola così la Gazzetta dello Sport, oggi in edicola, nel trafiletto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.