Home / Calciomercato / MERCATO, Sabatini:” Sia Marotta che Paratici fanno fatica a piazzare gli esuberi”

MERCATO, Sabatini:” Sia Marotta che Paratici fanno fatica a piazzare gli esuberi”

Ha parlato Sandro Sabatini ai microfoni del programma “microfono aperto ” queste le sue dichiarazioni riportate dai colleghi di Tutto Juve:

DA DOVE RIPARTE LA SERIE A: “Dalla Juventus che è la squadra più forte, anche se quest’anno vedo bene il Napoli, ha fatto passi in avanti. Non credo ci siano discussioni per il podio, dove andranno Juve, Napoli e Inter. Nella Juve sono stati inseriti il difensore più ambito di Europa, De Ligt, due centrocampista forti, Rabiot e Ramsey, oltre al rientrante Higuain”.

SU ICARDI AL MILAN: “L’idea, probabilmente provocatoria, c’è stata. Il ragionamento è stato: visto che avete dato via in prestito sia Perisic che Nainggolan, date Icardi al Milan. Credo però che Marotta sia inorridito davanti all’ipotesi. Il rischio ora è di farlo andare a scadenza”.

SULLE DIFFICOLTA’ DELLA JUVE A VENDERE: “Paratici è nettamente in difficoltà a piazzare gli esuberi, ma anche Marotta è stato costretto dare via solamente in prestito Perisic e Nainggolan. Sono due dirigenti che insieme hanno lavorato molto bene ma che singolarmente, facendosi la guerra l’un l’altro, non rendono come prima”.

SU PJANIC NEL MODULO JUVE: “Credo che sia un grande giocatore, la Juventus non ha punti deboli da un punto di vista tecnico e tattico. Il punto debole possono essere solo gli esuberi”.

SUL MILAN: “Sulla carta me piace, ma voglio vederlo, anche in campo”.

SUL TORINO: “Non penso andrà a vincere 0-2 in Inghilterra, ha compromesso la qualificazione nella gara di andata del play-off. I tifosi granata fanno bene a chiedere a Cairo quali saranno gli obiettivi e le ambizioni della società. Per certi versi il presidente del Torino somiglia a Lotito, perché è giusto rafforzare un po’ la squadra dell’anno scorso”.

SULL’ATALANTA: “La squadra e Gasperini sono forti e Percassi è un presidente straordinario, ma quella dell’anno scorso è stata un’impresa. Sulla carta i nerazzurri sono più forti rispetto all’anno scorso ma hanno anche più responsabilità, Champions compresa. Ha anche più pressioni, per questo credo sarà difficile ripetere il terzo posto centrato qualche mese fa”.

SUL POTERE CONTRATTUALE DEI GIOCATORI: “Ce l’hanno, ma è un loro diritto esercitarlo. Lo dico in un periodo di populismo sfrenato, anche nel calcio. Nel contratto ci sono doveri da rispettare e diritti da esercitare”.

SULLA ROMA: “Mi hanno detto e ho intuito che la Roma stia pensando a Kalinic. Il croato è un usato sicuro, anche se arriva da due anni negativi tra Milan e Atletico, oltre che da un Mondiale saltato quasi per intero. Può fare tranquillamente il vice-Dzeko”.

SUI GIOVANI NELLE BIG: “Juve, Inter e Napoli, ma anche Roma e Milan, non hanno la possibilità di far crescere giovani. Ci vuole tempo”.

Check Also

JUVENTUS, domani visite per Pjanic e Costa

Sia Pjanic che Douglas Costa hanno lasciato in anticipo il campo a causa di problemi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.