Home / Calciomercato / MERCATO, Sacrificio per Tonali… si comincia da Pjaca

MERCATO, Sacrificio per Tonali… si comincia da Pjaca

Un rinforzo per l’immediato, due giovani di valore per l’estate e ovviamente un ricco assegno. La Juventus insiste per Sandro Tonali e studia una maxioperazione per tentare il presidente del Brescia Massimo Cellino e guadagnare terreno sulla ricca concorrenza, Inter e Manchester United su tutti. Il ds juventino Fabio Paratici punta a prenotare il 19enne gioiellino dei lombardi già a gennaio – o quantomeno a portarsi in pole – per anticipare quella che potrebbe essere un’asta sanguinosa a luglio. I soldi sicuramente avranno un ruolo decisivo. Ma Cellino, da abile mercante e dirigente navigato con un ottimo fiuto per i talenti, ha anche altre priorità. Mantenere la serie A è la prima. Seguita a ruota dalla volontà di innescare un meccanismo virtuoso dal sacrificio del suo pupillo. Tradotto: oltre che monetizzare, il presidente del Brescia intende assicurarsi altre possibili fonti di guadagno per il futuro sotto forma di giovani da valorizzare e rivendere a cifre maggiori dopo qualche anno. Alla Continassa hanno capito perfettamente le esigenze di Cellino. Così Fabio Paratici, oltre ad alzare il pressing sul numero uno del Brescia, sta valutando i nomi per far quadrare il puzzle. Marko Pjaca è uno di questi. 
L’attaccante croato, 24 anni, ha superato i recenti problemi al ginocchio. Da qualche tempo l’ex Dinamo Zagabria si allena con la squadra di Maurizio Sarri a pieno regime. Mercoledì Pjaca ha preso parte alla sfida di tiri in porta con Cristiano RonaldoDybalaHiguain e Bernardeschi. La classe del ragazzo non è in dubbio. Però, dopo così tanti problemi fisici, Pjaca ha bisogno di continuità. Brescia e Juventus potrebbero farsi un piacere reciproco. I lombardi offrirebbero spazio e minuti al croato e lui, dovesse confermare di essere uscito dal tunnel della sfortuna, ha i colpi per diventare il classico lusso per una squadra in lotta per la salvezza. Pjaca è ancora giovane e, tanto in Nazionale quanto alla Juventus, prima degli infortuni alle ginocchia era considerato uno dei migliori talenti a livello europeo. Massimiliano Allegri aveva un debole per il croato tutto tecnica e potenza e infatti lo aveva lanciato più rapidamente di altri giovani. Pjaca potrebbe ricoprire tutti i ruoli dell’attacco nella formazione di Eugenio Corini. Ma soprattutto, viste le disavventure degli ultimi anni, si presenterebbe con una fame e una voglia di riscatto molto più che utili per una squadra in lotta per la salvezza. Cellino – vedi operazione Mario Balotelli – da certe scommesse di alto profilo è sempre intrigato. Di sicuro l’attaccante juventino andrà in prestito a gennaio e, in caso di semaforo verde del Brescia, i lombardi avranno una corsia privilegiata. Il mercato è fatto di incastri. A quel punto Pjaca diventerebbe il punto di partenza per rafforzare l’asse con Cellino e impostare la più complessa operazione Tonali. Il prestito di Pjaca sarebbe soltanto l’inizio. Per superare l’Inter di Beppe Marotta – che da anni ha un gran feeling con Cellino – e i club inglesi (Manchester United in prmis), Paratici è pronto poi a calare altre carte sul tavolo per raggiungere i 40 milioni richiesti dal Brescia per il 19enne centrocampista nel giro della Nazionale di Roberto Mancini. Oltre a un assegno importante (25-30 milioni), nel pacchetto entrerebbe qualche giovane di prospettiva della Juventus. Da Hans Nicolussi Caviglia (ora in prestito al Perugia) a uno dei due attaccanti dell’Under 23 bianconera: Dany Mota Carvalho, Under 21 del Portogallo, e il coreano Kwang-Song Han. Lo riporta Tuttosport. 

Check Also

INTER, Pareggio e nervi tesi

“Altro pareggio e nervi tesi” titola Tuttosport sull’Inter, fermata ancora una volta. Lautaro Martinez inoltre …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.