Home / News / Michele Criscitiello: gli arbitri? Alcuni sono scarsi, altri hanno pregiudizi

Michele Criscitiello: gli arbitri? Alcuni sono scarsi, altri hanno pregiudizi

Michele Criscitiello, direttore di TMW e di SportItalia, ha rilasciato un’intervista ai colleghi di tuttoudinese.it:

Come giudica il mercato di riparazione dell’Udinese? “Un buon mercato di riparazione anche se a gennaio c’è solitamente poco da riparare. L’Udinese basa tutto sul mercato estivo, solitamente. Certo la cessione di Muriel ha fatto cassa ed è stata una bella operazione economica anche se credo che Muriel con un’altra testa poteva portare a casa la stessa cifra che la Fiorentina ha incassato per Cuadrado”.

Crede che i friulani si rinforzeranno in queste ultime ore di mercato? “Credo che finisca così. Non dovrebbero esserci ulteriori arrivi”.

Voci di addio per Di Natale: lei cosa ne pensa? “Ogni anno le solite voci. Di Natale resterà a Udine, a casa sua, fino a fine carriera. Non andrà mai all’estero e vuole battere i record di gol che ogni anno insegue. Totò è una grande persona”.

L’Udinese ci ha abituati a cedere i suoi gioielli in estate. Chi potrebbe essere l’uomo mercato del 2015?
“Credo Allan all’Inter. Il suo percorso di maturazione all’Udinese è ormai completato”.

Bianconeri poco distanti dalle posizioni che valgono un posto in Europa, la squadra di Stramaccioni potrà lottare fino alla fine per un posto in Europa League? “La prima cosa è salvarsi e credo che, dopo la vittoria di Empoli, l’Udinese sia a buon punto. Per l’Europa quest’anno la vedo dura perché ci sono tante squadre avanti ma sarà comunque un campionato prestigioso”.

Ora ci saranno Juventus, Napoli e Lazio. Come vede queste tre sfide e quanti punti dovrebbero fare i bianconeri per poter sognare ancora un posto in Europa? “Saranno sfide dure che, però, all’andata portarono 6 punti. Firmerei per lo stesso bottino. È dura ma questa squadra può vincere con tutti”.

L’Udinese nel corso della stagione è stata più volte danneggiata dalle decisioni arbitrali: cosa bisognerebbe cambiare nel sistema arbitrale italiano? “Ha ragione Pozzo quando si lamenta degli arbitri. Alcuni sono scarsi, altri hanno pregiudizi. Non è un caso che Valeri sbaglia sempre quando si trova ad arbitare l’Udinese. Pozzo ha pienamente ragione. Cosa cambiare? Togliere gli addizionali, far parlare gli arbitri a fine partita e avere un vero designatore che ogni volta mandi sui campi più difficili gli arbitri migliori e non coloro che fanno parte di una rotazione”.

 

Antonella

Check Also

VERSO JUVE-VERONA, I top 5 gol dei bianconeri contro l’Hellas

Con una nota pubblicata nelle scorse ore sul sito ufficiale della società juventus.com, l’FC Juventus condivide assieme …