Home / News / MUTTI, “Juve davanti a tutte. CR7…”
Immagine dall'account ufficiale della Juventus

MUTTI, “Juve davanti a tutte. CR7…”

L’allenatore Bortolo Mutti è intervenuto ai microfoni di Radio Bianconera nel corso di ‘Terzo Tempo’: “Il progetto tecnico più interessante di questa Serie A? Sicuramente l’Inter, poi anche la Roma ha sistemato certe cose, è una squadra fresca, giovane. Ma sicuramente la squadra che vuole alzare le aspettative in base al mercato che ha fatto è l’Inter”.
Inter e Napoli possono tener testa alla Juventus? “Vedo la Juve che dà ancora molte più garanzie rispetto alle rivali. Penso che i bianconeri, se sanno gestire bene i loro momenti e le loro risorse, siano ancora i favoriti. Se esiste un’anti Juve? Il Napoli mi ha lasciato un po’ perplesso per i sette gol che ha preso nelle prime due gare. Chiaro che siamo all’inizio, tutto è possibile, ma qualche giocatore chiave come Koulibaly non è ancora in forma. I meccanismi forse non sono ben rodati. La Juve nel primo tempo poteva andare sul 5-0, il 3-3 è stato un po’ casuale. La differenza tra le due è stata molto netta. L’Inter ha avuto due gare alla sua portata, ma è chiaro che ha grande motivazione. Ha preso un indirizzo deciso a livello societario e questo potrebbe aiutare”.
Sarri è una scommessa? “Sicuramente è un allenatore che arriva in un contesto vincente, è un tecnico di spessore, non vedo grandi difficoltà. Penso che l’obiettivo primario sia la Champions League visto che Allegri ha vinto cinque campionati. Sarri è una persona preparata, un allenatore che ha le sue idee e penso possa lavorare con grande tranquillità in un ambiente con risorse importantissime”.
Sulla rosa ampia e l’incertezza di alcuni calciatori: “Bisogna definire un certo tipo di percorso con chiarezza e non perdere credibilità nello spogliatoio. Poi è chiaro che c’è un po’ di mal di pancia da parte di campioni che si vedono accantonare. Questo non aiuterà molto il lavoro, ma la società dove essere presente. Sarri andrà avanti per la sua strada con le sue idee, le sue scelte. Ha davanti degli obiettivi importanti”.
Su CR7 in panchina in alcune gare: “Devi avere con lui un rapporto non dico preferenziale, ma comunque basato sulla fiducia reciproca. Lui dovrà capire che in alcuni momenti può anche tirare il fiato. Certe situazioni sono normali. Visti i trascorsi potrebbe anche giocarle tutte, ma per il suo bene credo che possa fargli bene qualche gara di riposo. Poi comunque i sostituti non sono da meno. A volte anche il riposo è allenante”.
Su Dybala: “È un momento sicuramente complicato per il ragazzo, deve essere sempre al top ma non è facile quando ti senti sempre in discussione. È un giocatore che io stimo tantissimo, molto tecnico, molto intelligente e altruista. Ha grandi qualità. Per me è un grande vantaggio per la Juve averlo a disposizione così come Higuain, che in questo momento è l’attaccante più utile nella Juventus”.

Check Also

MERCATO, il nuovo colpo a zero arriva dallo United

Le voci dall’Inghilterra parlano di un colpo in programma per il centrocampo bianconero. Secondo il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.