Home / News / Nazionale: Dal 1958 al 2018 gli anni senza Mondiale con sguardo al futuro. Obiettivo 2022, “Gigi ci sarà”
Gigi Buffon

Nazionale: Dal 1958 al 2018 gli anni senza Mondiale con sguardo al futuro. Obiettivo 2022, “Gigi ci sarà”

Roma 1958 – Un anno di grandi inizi ma anche di rovinosi disastri. La Democrazia Cristiana vince le elezioni con Amintore Fanfani, in un panorama europeo “nuovo” (Entra in vigore il trattato di Roma che istituisce la CEE), Modugno e Johnny Dorelli vincono Sanremo con: “Nel blu dipinto di blu” poi riconosciuta in “Volare”. Muore Papa Pio XII ed è la volta di Giovanni XXIII (Papa Buono), il presidente Eisenhower costituisce la NASA in America, “Tutto il calcio minuto per minuto” nascerà solo due anni dopo e la maggior parte degli italiani seguono lo sport in Radio. Ma in quell’anno la Nazionale italiana non si qualifica ai mondiali in Svezia vinti poi dal Brasile. Erano trascorsi solo nove anni dalla tragedia di “Superga” con la straziante scomparsa del Grande Torino e la Nazionale, con diversi oriundi, viene eliminata dal girone di qualificazione con Portogallo e Irlanda del Nord.

Roma 2018 – Come nel 1958 in Italia si svolgono le elezioni politiche, dopo 5 anni di governo “tecnico”, anche se, ancora è poco chiaro su chi erediterà il Paese. La certezza è che, come sessant’anni fa, l’Italia non parteciperà al Mondiale di Calcio in Russia. Questa volta la Nazionale passa il girone di qualificazione, al secondo posto, ma viene eliminata dalla Svezia nello spareggio per la manifestazione. Insomma, quest’estate per i più anziani sarà rivivere un altro 58’ mentre per i più giovani sarà una novità, una triste novità. Ci toccherà scegliere una “Nazione simpatica” da sostenere. Iran, Panama e Arabia Saudita tra le più deboli calcisticamente, Belgio, Croazia e Colombia tra le possibili outsiders, Brasile, Germania, Argentina e Spagna tra le favorite. C’è chi sceglierà, invece, di restare imparziale e chi diserterà la manifestazione per dedicarsi alle vacanze in spiaggia. Le soluzioni sono comunque diverse ma resta la tristezza di non poter colorare la nostra estate di azzurro Italia, di quel colore che ha la forza di unire un paese, spesso diviso da troppe contraddizioni.

Roma 2022 – I Mondiali di Calcio si giocheranno in Qatar, salvo defezioni dell’ultimo momento. Per la settima volta nella storia e per la prima volta nell’emisfero Boreale il torneo si svolgerà nel periodo invernale. Ad oggi l’unica Nazionale certa della qualificazione è il paese della penisola araba e le vere qualificazioni inizieranno solo nel 2020. Previsioni? Sarà un mondiale senza Gigi Buffon, almeno che, a 44 anni, non voglia cancellare ancora record su record. Sicuramente, se così fosse, sarà bersagliato dalle consuete e ingiuste critiche che lo accompagnano da sempre, in un Paese privo di riconoscenza ma, soprattutto privo di visione calcistica, perché Gigi, ancora oggi, non ha nulla da invidiare ai giovani portieri in giro per il mondo. Ancora oggi Gigi, con la sua esperienza, può dare molto al mondo del Calcio e il mondo del Calcio dovrebbe anche restituirgli qualcosa. Non ci saranno nemmeno Barzagli, Chiellini, insomma la vecchia retroguardia ma, ci sarà Rugani e non solo… Ci saranno diversi talenti bianconeri come Bernardeschi ma anche quei giovani, oggi in prestito, che promettono faville. Insomma il futuro c’è e magari l’Europeo Under 21 del 2019, proprio qui in Italia, potrebbe mettere in mostra tante qualità e, perché no, riscattare la “disfatta mondiale”, partendo dal basso, partendo dai nostri giovani senza mai perdere l’esperienza e la saggezza del passato. Quella saggezza che, ci auguriamo tutti, Gigi Buffon, possa ancora donare alla Nazionale, in campo o in giacca e cravatta. Con la sua classe e la sua eleganza.

Check Also

KOEMAN, Su Pirlo: “Ci sarà un motivo se oggi allena la Juve. Sia a me che a lui serve tempo”

L’esperto Ronald Koeman contro l’esordiente Andrea Pirlo. Il tecnico del Barcellona ha commentato così la nuova avventura in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *