Home / blu / Neto chi?

Neto chi?

Norberto Neto e la Juventus, un matrimonio che rischia di consumarsi in fretta. Il portiere proveniente dalla Fiorentina, arrivato con grandi aspettative a Vinovo, ha lasciato una strada vecchia – in cui era certo della presenza in campo ed era apprezzato da società e tifosi – per una nuova, in cui, nonostante stia lavorando bene e sia “sereno”, non riesce a ritagliarsi uno spazio personale. Scelta giusta? Scelta sbagliata? Neto è arrivato a Torino consapevole di essere alle spalle di un numero 1 di tutto rispetto come Gigi Buffon, ma forse non si sarebbe aspettato una stagione così da protagonista per il portiere della Nazionale, un’annata che gli ha conferito addirittura il record di imbattibilità più alto di tutti i tempi.

Così, come se già il palcoscenico del brasiliano non si fosse già drasticamente ridotto abbastanza, anche le sue – poche – chances di visibilità sono calate ulteriormente, quando, all’esordio in campionato con il Frosinone, fece andare su tutte le furie molti tifosi subendo gol da Blanchard nel finale. Resterà l’unica presenza in Serie A. Poca soddisfazione in più, se non quella di essere il portiere di Coppa…Italia. E ora, giunto in finale contro il Milan nonostante una prova con l’Inter a tratti poco brillante, Neto rischia di vedersi ancora superato ancora nelle gerarchie, perché potrebbe essere Buffon il titolare nei 90′ della finalissima.

Così, il portiere ha gradualmente continuato a lavorare e ad allenarsi per migliorare, ma a 26 anni, dopo alcune voci che già a gennaio lo avrebbero voluto lontano dalla Juventus, è riuscito ad attirare l’attenzione su di sé soltanto – o quasi – per l’infortunio muscolare che lo ha colpito nella giornata di ieri. Trenta giorni di riposo per lui – si legge – per “una lesione di 1/2 grado del gemello mediale“, che lo terrà per un po’ fuori dal rettangolo verde.
E ora, a distanza di quasi un anno dal suo approdo alla corte di Allegri, viene spontaneo pensare, guardando agli scetticismi di molti in merito alle prestazioni di Tatarusanu: “ma se fosse rimasto a Firenze?“.

Federico Gennarelli – Twitter: @Belisario88

 

SLIDE_NETO_01

Check Also

URBANO CAIRO, “Introiti della Serie A ingiusti, la Juve ne riceve troppi in più degli altri”

Urbano Cairo, presidente del Torino, ha rilasciato alcuni commenti ai colleghi della Gazzetta dello Sport, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.