Home / News / PAGELLE MONDOBIANCONERO -Szczęsny fa i miracoli, Bernardeschi non perdona, Pjanic fuori giri. Allegri vince ma delude

PAGELLE MONDOBIANCONERO -Szczęsny fa i miracoli, Bernardeschi non perdona, Pjanic fuori giri. Allegri vince ma delude

SZCZESNY 7,5 – Il portiere polacco è bravo e reattivo sul colpo di testa di Pavoletti al 26′, salvando la porta bianconera. Compie un’ottima uscita al 35′, chiudendo bene Pavoletti. Si ripete di nuovo al 43′ con un intervento miracoloso su Farias.

BARZAGLI 7 – Il muro difensivo bianconero gioca da terzino destro stando attento a coprire bene in difesa lasciando libertà di attaccare a Bernardeschi. E’ molto bravo al 25′ quando chiude con un grande intervento Pavoletti. E’ sempre attento e lascia poco spazio agli avversari.

BENATIA 6,5 – Il centrale marocchino è sicuramente il più ordinato e concentrato della retroguardia bianconera. Spesso è pericoloso anche sui colpi di testa anche se non si mette in particolare evidenza in questa serata. Ingaggia un duello personale con Pavoletti che lo vede uscire vittorioso su quasi ogni scontro.

CHIELLINI 5,5 – Il difensore italiano è molto propositivo e intenso ma rischia molto prima al 25′ e poi pochi secondi dopo, sbagliando posizionamento e anticipo e lasciando libero Pavoletti di colpire di testa. Troppe disattenzioni per un giocatore del suo calibro.

ALEX SANDRO 5 – L’esterno brasiliano pensa troppo ad attaccare e lascia una serie di buchi sulla fascia sinistra che favoriscono le offensive del Cagliari, che più volte sfiora il goal partendo proprio dalla zona di competenza dell’ex Porto. La spinta offensiva è quasi sempre di buona qualità ma come terzino non può permettersi certi errori tattici e tecnici.

KHEDIRA 6 – Il centrocampista tedesco prova a dare ordine e sostanza alla mediana, supportando Pjanic nella costruzione della manovra. Riceve una botta micidiale da Szczesny che lo costringe a uscire dal campo ad inizio ripresa, anche se non è nulla di grave. Dal 60′ MANDZUKIC 5,5 – Entra per cercare di dare sostanza a centrocampo e attacco ma si fa vedere poco nella mezz’ora di gioco.

PJANIC 5 – Il playmaker bosniaco fatica molto a creare gioco e soffre il grande pressing del Cagliari, che lo porta a sbagliare molti passaggi e a perdere più volte il pallone. Viene graziato dall’ammonizione al 52′, quando stoppa un azione avversaria con un netto fallo di mano. Spreca una grande occasione al 60′, tirando male dal limite dell’area.

MATUIDI 6,5 – Il mediano francese domina fisicamente il centrocampo correndo per tutta la gara ma si innervosisce per i fischi (o insulti) arrivati dai tifosi di casa, tanto da spendere un fallo sciocco che gli costa il giallo nel finale di primo tempo. Gara di sostanza e di impegno.

BERNARDESCHI 7,5 – L’ex Fiorentina sfiora un goal clamoroso al 17′ con uno sinistro a girare sul secondo palo che viene fermato solo dal palo. Si prende una sacrosanta ammonizione al 50′ per un brutto intervento su Ionita. Agisce da centravanti vero segnando un goal molto importante, complice però la difesa del Cagliari che si addormenta sull’azione di Douglas Costa. Viene graziato da Banti ma avrebbe causato un netto rigore per fallo di mano. Dal 79′ LICHTSTEINER – S.V.

HIGUAIN 6 – Il Pipita gioca la prima metà di gara isolato in attacco, con solo due tentativi di tiro che risultano molto imprecisi. Nel secondo tempo si fa più propositivo e serve un ottimo assist a Pjanic, che però spreca tutto. Troppo egoista nel finale quando prova a sfruttare un contropiede in solitaria piuttosto che servire Douglas Costa sulla destra, sprecando in quel modo una buona occasione.

DYBALA 6,5 – E’ sfortunato all’ottavo minuto, dove prende la traversa su una punizione magistrale. Agisce nella sua posizione naturale alle spalle del Pipita ed è tra i più propositivi nel dialogare con i compagni e nel cercare la profondità, guadagnandosi numerosi falli sulla trequarti. Esce per infortunio. Dal 50′ DOUGLAS COSTA 7 – Entra e si prende il posto sulla fascia destra, facendo spostare Bernardeschi al centro, per mettere in evidenza la sua velocità e il suo dribbling. E’ proprio lui a propiziare il goal del compagno con un cross basso che viene trasformato in rete.

ALLEGRI 5 – L’allenatore livornese non mette in campo una buona squadra che soffre molto il grande pressing del Cagliari e fatica molto a creare occasioni, affidandosi soltanto all’estro dei singoli per creare pericoli (punizione di Dybala e tiro a giro sulla sinistra di Bernardeschi). Lascia ad Alex Sandro troppa libertà di salire sulla sinistra, esponendo la squadra a grandi pericoli soprattutto nei contropiedi, obbligando Szczęsny agli straordinari. Il gioco, affidato a Dybala e Pjanic, crolla dopo l’infortunio del primo anche a causa della pessima prestazione del bosniaco e perfino un modesto Cagliari, seppur con una grande prestazione, rischia di causare molti problemi ai campioni in carica. Brutta partita della squadra, che arriva a vincere con molte polemiche e con pochi meriti nonostante i due legni presi nella prima parte di gara. La Juventus se vuole crescere al livello dei top club europei deve migliorare ancora molto, soprattutto a livello di gioco.

Check Also

VIDEO – ALLENAMENTO, Juve in campo in vista della Champions

Gli uomini di Sarri in campo in vista della sfida di Champions League: 🏃‍♂️🏃‍♂️🏃‍♂️🏃‍♂️#B04Juve#Training pic.twitter.com/MfMAaFRx2C …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.