Home / News / PARATICI: “Restiamo a casa. Un viaggio assurdo? Quando seguivamo Vidal…”
Fabio Paratici

PARATICI: “Restiamo a casa. Un viaggio assurdo? Quando seguivamo Vidal…”

L’uomo mercato della Juventus, Fabio Paratici, è intervenuto a Juventus TV. Sull’emergenza: “Io vengo da una terra particolarmente colpita che è Piacenza, che viaggia con una media di 30 defunti al giorno. Dobbiamo restare a casa e seguire le indicazioni che arrivano con sempre maggiore attenzione”. Un viaggio particolare? “Ho avuto la fortuna di viaggiare tanto, ho fatto sei anni alla Samp in cui facevo il capo degli osservatori e quindi ero sempre via. Ce ne sono tanti: un anno seguimmo un Sudamericano Sub 17 in Ecuador, a Quito. E per seguire un calciatore e incontrare la sua famiglia chiesi alla famiglia dove poterci incontrare. L’appuntamento fu alla stazione dei bus di Quito e io andai lì in giacca e cravatta, sbagliando. Il tassista, arrivato in quel posto molto malfamato, mi chiese: sei sicuro di scendere? Io attraversai la stazione di Quito a testa bassa, sperando nessuno mi toccasse. Poi in Canada, Mondiale Under 17: la semifinale fu Argentina-Cile e già allora seguivamo Vidal. La partita finì otto contro otto e nel sottopassaggio arrestarono tutti i calciatori”. Sulla sua passione per la musica: “In questa passione ho una grande compagna come Gabriella Ravizzotti. Lavora in Juve e ci passiamo anche i link con le canzoni dei nuovi cantanti…”.
In che ruolo giocavi? “Cercavo di inserirmi dove gli altri mancavano, per sfruttare le poche partite in cui gli altri non giocavano mi adattavo. Per caratteristiche, somigliavo a Pessotto…”. Il nuoto? “Provo a nuotare una-due volte a settimana per un massimo di venti minuti. Mi piacerebbe farlo di più e ammiro chi lo fa, ma io mi annoio”.
Paltrinieri? “Io sono un grande appassionato di calcio ma anche di sport in generale. Seguo tutto. L’ho seguito con grande attenzione al pari di grandi campioni di altri sport e l’Italia ha un grande gruppo di nuovi campioni. La continua pressione e il dar per scontato il dover vincere per forza sono secondo me due punti in comune tra Paltrinieri e la Juventus”.

Check Also

BONUCCI, “Siamo pronti per un unico obiettivo: vincere”

Leonardo Bonucci, attraverso il suo profilo ufficiale di Instagram, si è detto felice per la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *