Home / News / Pirlo: “Andai alla Juve perché desiderava la vittoria quanto me. Nella mia carriera ho due rimpianti…”

Pirlo: “Andai alla Juve perché desiderava la vittoria quanto me. Nella mia carriera ho due rimpianti…”

Andrea Pirlo a tutto campo. Il quotidiano spagnolo Marca ha incontrato l’ex campione azzurro. Ecco i passaggi salienti della sua lunga intervista

Sull’America: “Dopo venti anni di carriera ad altissimo livello ho sentito la necessità di allentare la presa, continuare sempre a giocare ma con meno stress. Ha deciso la mia testa più che il mio fisico, e quella mi ha detto che era giunto il momento di continuare a divertirmi ma senza tante pressioni. Era giusto prendere quella decisione per dedicare più tempo ad altre cose importanti della vita, come tua moglie e i tuoi figli, anche se l’unica cosa che so fare nella vita è giocare al calcio. In America c’è un ritmo totalmente diverso di gioco. E’ un calcio più fisico ma non per questo meno divertente. E poi, New York, è una città fantastica”.

Sulla Juve: “Venivo da dieci anni in rossonero e c’era per tutti la necessità di rifarsi il look. La squadra aveva bisogno di altri giocatori per ritornare a vincere e nel momento in cui decisi che era il momento di cambiare aria, scelsi la Juventus perché voleva tornare a ruggire dopo gli anni di Calciopoli ed anche per me era un’avventura stimolante perché entrambi avevamo lo stesso obiettivo, vincere”.

Su Real e Barça: “Nel 2010 potevo diventare un giocatore del Madrid. C’era Capello come allenatore, molti giocatori di quella squadra mi contattarono per convincermi ad andare. Ma avevo un contratto con il Milan e non potevo fare nulla per lasciare, ma non aver giocato in un grande club come il Real, è un grandissimo rimpianto, come quello di non aver giocato al Barca. C’era la possibilità di venire in Spagna, ma c’è da dire che ho passato 10 anni al Milan dove ho vinto tutto quello che si poteva vincere, eravamo una delle squadre più forti al Mondo. Mi dispiace perché credo che giocare al Real o al Barca è il sogno di ogni calciatore, però sono soddisfatto per aver giocato nelle tre squadre più grandi d’Italia”.

Check Also

JUVENTUS, nulla di certo per i giocatori in prestito

Su Gazzetta si parla della Juve e dei giocatori in prestito che presto si troveranno …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.