Home / News / Pjanic come Pavel Nedved: tra numeri, critiche e un futuro da scrivere a primavera

Pjanic come Pavel Nedved: tra numeri, critiche e un futuro da scrivere a primavera

Tuttosport fa il punto sulla situazione di Pjanic, non ai massimi livelli nonostante i numeri non siano contro di lui: 4 gol e 3 assist vincenti in 14 presenze. Allegri però sa benissimo che quello visto finora non è il vero Pjanic, del quale è scattata la ricerca. Senza ansia e senza aggiungere pressioni, anche perché le confortevoli condizioni in cui si trova la Juventus, prima in campionato e già agli ottavi di Champions (probabilmente da prima), consentono di lavorare all’operazione Pjanic con la dovuta calma.
Allegri, d’altra parte, ha già messo a fuoco il problema e lo ha spiegato proprio a Tuttosport: «Quest’anno abbiamo tre centrocampisti, in modo particolare Pjanic, abituati a giocare in maniera meno ordinata rispetto alle nostre abitudini. Miralem nella Roma andava a ricevere la palla nei piedi e svariava. Da noi è diverso, serve più ordine, ecco perché serve tempo per inserire Pjanic». Lui si deve adattare al gioco della Juventus e il gioco della Juventus deve modificare alcuni elementi per sfruttare al meglio il bosniaco. Processo non velocissimo da mettere in atto, considerando i pochi allenamenti “veri” a disposizione con l’intensità del calendario e le pause delle nazionali che hanno rallentato il lavoro di tutti gli allenatori delle grandi squadre.
Nell’ambiente bianconero c’è chi gli racconta la storia di Pavel Nedved che, pure lui arrivando da Roma anche se sponda biancoceleste, impiegò sei mesi di dubbi, critiche e giudizi perplessi (era costato 70 miliardi di lire che più o meno equivalgono ai 32 milioni di euro di Pjanic) prima di trovare una collocazione tattica e la forma fisica che gli hanno permesso di entrare nella hall of fame juventina di tutti i tempi e di alzare, fra l’altro, anche un Pallone d’Oro.
Pjanic come Pavel? Forse no, ma certamente la Juventus si aspetta molto di più da lui e lo aspetta in primavera, quando Allegri ha dato appuntamento a tutti per vedere la “vera Juve” e un Pjanic al 100% fa sicuramente parte del piano del tecnico per far esprimere al massimo la squadra nel momento cruciale della stagione, quando si decide il campionato e si giocano le partite decisive della Champions League.

Check Also

TUTTOSPORT, Attesa per il tampone di CR7

“CR7 Tampone Juve“ scrive Tuttosport. “Oggi il test decisivo: se l’ esito sarà negativo, Ronaldo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *