Home / blu / Pjanic di fuga: la punizione è l’inizio di una nuova avventura?

Pjanic di fuga: la punizione è l’inizio di una nuova avventura?

Ci sono voluti quasi tre mesi per vedere Miralem Pjanic esibirsi nella sua specialità, ma quando ha avuto l’occasione il bosniaco non ha fallito il colpo prediletto, come sottolinea oggi Tuttosport. Un tocco felpato, una traiettoria impossibile, una trasformazione magistrale: in una parola, la punizione perfetta. Una rete decisiva per la squadra, il classico tiro da tre punti che consegna la vittoria alla Juventus; una rete fondamentale anche per il giocatore, che sotterra così le critiche su ruoli e prestazioni non all’altezza della fama da campione che ha accompagnato il suo arrivo a Torino.

Pjanic in bianconero ha mostrato fino alla prova contro il Chievo soltanto sprazzi delle sue enorme qualità, senza tuttavia riuscire a diventare determinante come lo è stato – anche lui a tratti – Higuain. Allegri lo ha ruotato un po’ in tutte le posizioni del centrocampo, regista, mezzala e trequartista (contro il Lione mercoledì), senza tuttavia accendere la sua grandezza, fino alla posizione di interno destro nel centrocampo a tre esibita a Verona, in cui è stato più partecipe del gioco.

Una rete liberatoria, salutata dall’euforia dei compagni e da una scarica di adrenalina. Ma pure gli assenti, come l’amico e “collega” di punizioni Paulo Dybala, che è infortunato, lo hanno voluto celebrare con un tweet: «Golazo hermano». Pjanic si tiene stretta la prima punizione vincente segnata con la maglia della Juventus, la dodicesima in serie A dal 2011, e ha la possibilità di concedersi anche il bis quando, allo scadere, l’arbitro concede una seconda punizione dal limite. Stavolta però Sorrentino si supera deviando in corner la palla destinata nell’angolino alto.
Dopo una partita comunque sofferta Pjanic mostra ovviamente molta soddisfazione, ma anche una grande lucidità: una punizione non ha il potere di cambiare la vita, ma può essere il primo passo affinché cambino le prospettive di Pjanic.

Check Also

MARANI: “Nella Juve di Pirlo i ruoli non sono ancora definiti. E’ una squadra in costruzione”

Inizierà domani l’avventura in Champions League della nuova Juventus di Andrea Pirlo. Ne ha parlato, nello studio di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *