Home / News / PJANIC, “Il nostro obiettivo è rivincere la Coppa Italia, non molliamo niente. Ronaldo e Buffon esempi da seguire”
Immagine dall'account twitter ufficiale JuventusEn

PJANIC, “Il nostro obiettivo è rivincere la Coppa Italia, non molliamo niente. Ronaldo e Buffon esempi da seguire”

Miralem Pjanic, centrocampista  della Juventus, oggi era presente all’evento Adidas Predator a Milano, in cui ha affrontato diversi temi a partire dalla vittoria per 3-1 di ieri sera contro la sua ex squadra, la Roma. Queste le parole riportate da tuttomercatoweb.it:  “Siamo contenti di aver passato il turno, avevamo studiato la gara di campionato. E’ stata una bella gara, nel secondo tempo potevamo fare di più ma siamo contenti. L’obiettivo sarà rivincere la Coppa, speriamo di riuscirci“.
La Juve non molla niente.
E’ una caratteristica nostra, non molliamo su tutti i fronti. Sarà così fino in fondo. Il campionato sarà combattuto fino alla fine, non dobbiamo mollare. Sono contento di come vanno le cose“.
Non siete troppo in forma ora?
No, siamo contenti di quel che stiamo facendo. Otteniamo risultati importanti, ora ci sono le gare da dentro o fuori che non puoi sbagliare. Sarà importante avere tutti, l’obiettivo sarà andare in fondo in tutto“.
Domenica il Napoli.
E’ una squadra forte, ha forse delle difficoltà e in campionato ha problemi in più che in Coppa. Ci aspettiamo una gara difficile, Gattuso è preparato, saprà motivare bene la sua squadra“.
Dopo le ultime partite Inter o Lazio come anti-Juve?
Noi e altre due lotteranno per lo Scudetto. Siamo primi con un piccolo vantaggio ma è poco. Dobbiamo star concentrati, giocheremo gara dopo gara, ma l’importante è stare in salute“.
La gara di Supercoppa vi ha cambiati?
E’ stata la seconda sconfitta in pochi giorni ma abbiamo giocato male in Arabia, è arrivata in un momento complicato. Ci è dispiaciuto perdere la Supercoppa ma non è cambiato il modo di lavorare, vogliamo vincere tutto il possibile. I passi falsi capitano ma abbiamo tanti obiettivi. Ci sono tante soddisfazioni da ottenere ancora, stiamo facendo cose straordinarie in questi anni: continuare a vincere è dura, la gente non se ne rende conto ma possiamo entrare nella storia come una grandissima Juventus“.
Buffon fa 42 anni, Ronaldo 35. Lei si sente più giovane?
Non li considero rispetto all’età ma come parte di un gruppo, di una rosa. Non importa l’età, sono pronti, ci danno una mano. Siamo qui per mantenere la tradizione vincente della Juventus, vogliamo dare un esempio e portare avanti la mentalità che hanno dato e mostrato: sono esempi da seguire, abbiamo la fortuna di averli e continueremo a goderceli perché ci daranno ancora tanto“.

Check Also

PRANDELLI: “Pirlo mi ricorda in maniera incredibile Gaetano Scirea”

Cesare Prandelli, ospite di Tuttosport, analizza le caratteristiche del nuovo allenatore della Juventus: “Pirlo mi ricorda …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *