Home / News / Pjanic riparte da….Pjanic

Pjanic riparte da….Pjanic

Miralem Pjanic è pronto a ripartire dalla fine: dalla fine del derby, che il bosniaco ha chiuso con un po’ di anticipo rispetto al triplice fischio di Rocchi segnando il gol del 3-1, pochi minuti dopo essere entrato in campo. La sua esclusione dalla formazione titolare aveva stupito, visto che una settimana prima era stato tra i migliori con l’Atalanta: e infatti a tenerlo inizialmente fuori dal derby era stato un leggero problema fisico, che non gli aveva però impedito di risultare decisivo. Come Allegri confida che possa essere anche stasera contro la Roma.

Trequartista e regista
«Pjanic gioca», ha annunciato ieri l’allenatore livornese, e stando a quanto emerso in questa vigilia dovrebbe farlo nella posizione di trequartista in cui aveva brillato proprio contro i nerazzurri di Gasperini, in quella che finora è stata la sua miglior prestazione in bianconero. Più vicino alla porta ha maggiori possibilità di risultare decisivo sia con gli assist sia con i gol, rendendo imprevedibile la manovra con la sua tecnica e la sua fantasia. Avere le spalle coperte dal trio composto da Khedira, Marchisio e Sturaro lo aveva agevolato, alleggerendo i suoi compiti difensivi.
Una copertura di cui il bosniaco dovrebbe beneficiare anche stasera, approntata dagli stessi interpreti, ai quali ovviamente il numero 5 dovrà anche dare una mano: sarebbe troppo facile dedicarsi solo a cercare di inventare calcio provando a prendere alle spalle De Rossi e Strootman. No, Pjanic dovrà aiutare i compagni di reparto sia in fase difensiva sia in fase di costruzione, trasformandosi all’occorrenza da trequartista in regista, ruolo in cui lo aveva impostato Spalletti nella scorsa stagione e in cui pure Allegri lo vede in futuro. In fase di non possesso è probabile che Khedira e Sturaro debbano spesso allargarsi per evitare la superiorità numerica della Roma sulle fasce: scalando accanto a Marchisio il bosniaco eviterebbe l’apertura di varchi centrali. In fase di costruzione, invece, abbassandosi Pjanic aiuterà il vertice basso del rombo a eludere la pressione di Nainggolan, trequartista atipico per dinamismo e aggressività.
Il numero 5 bianconero sarà così anche un prezioso jolly tattico per Allegri, consentendogli di passare all’occorrenza dal 4-3-1-2 al 4-4-2. O anche dal 3-4-1-2 al 3-5-2, qualora il tecnico optasse per la difesa a tre. E la capacità di mutare assetto con fluidità a partita in corso è uno dei cardini del calcio dell’allenatore livornese.
Come il Pipita
Trequartista, regista o interno, il mondo juventino-scrive Tuttosport– si aspetta che Pjanic giochi soprattutto da… Pjanic. Ossia con quella classe che nelle sue prime 18 partite in maglia bianconera, nonostante qualche fisiologica difficoltà di ambientamento, gli ha permesso di segnare sei gol e regalare sette assist ai suoi compagni. Un gol questa sera, poi, avrebbe non solo un peso notevole, visto che si tratta di uno scontro diretto e che un successo permetterebbe alla Juventus di portarsi a +7 sulla rivale più pericolosa, ma anche un sapore particolare, dal momento che Pjanic si troverà di fronte i suoi ex compagni.
La legge dell’ex l’ha già fatta valere Gonzalo Higuain e chissà che Allegri non lo consideri un precedente beneaugurante: «Contro la Roma è giusto che giochi», ha aggiunto sorridendo dopo aver ufficializzato la presenza del bosniaco tra i titolari. Cabala a parte, però, a far sorridere il tecnico bianconero è soprattutto il rendimento di Pjanic, che sta lievitando ai livelli attesi in estate: « Sta crescendo fisicamente e tecnicamente e questo è importante per la Juventus. Stasera dentro di lui ci sarà qualcosa di particolare, è normale dopo cinque anni passati a Roma. Sarà una partita diversa dalle altre, ma dovrà giocarla serenamente». E magari deciderla…
 

Check Also

M. THURAM-SOCIAL, L’attaccante del Gladbach costretto a ricorrere a Wikipedia per entrare a San Siro

Attraverso il proprio profilo social il Borussia Mönchengladbach ha pubblicato un simpatico siparietto che riguarda …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *