Home / News / PJANIC: “Voglio diventare uno dei migliori al mondo. Sarri chiede un tipo di calcio in cui mi trovo bene”

PJANIC: “Voglio diventare uno dei migliori al mondo. Sarri chiede un tipo di calcio in cui mi trovo bene”

Miralem Pjanic, autore di un inizio di stagione sorprendente, ha rilasciato una lunga intervista a Sky Sport. Ecco le sue parole:

Sulla Lokomotiv Mosca:
“Sarà una partita complicata, contro una squadra in forma. In Europa non bisogna mai sottovalutare nessuno, ricordiamoci com’è andata l’anno scorso contro lo Young Boys. E’ una partita che dovremo aggredire sin dai primi minuti e cercare di portarla presto in nostro favore, ma non sarà semplice. Hanno già dimostrato di essere una buona squadra, ma per noi saranno importanti i tre punti per avvicinarci alla qualificazione. E’ ancora presto per individuare una favorita per la vittoria finale. Ci sono tante squadre che vogliono vincere la Champions e noi siamo tra quelle. Pensiamo a chiudere il girone al primo posto, poi vedremo.”

Sulla sua stagione:
“Mi sento bene, ho avuto un inizio di stagione importante e sono contento, mi sento del pieno della maturità. La squadra si esprime bene sul campo e io mi diverto. I gol fanno sempre piacere, ma la cosa fondamentale è che la squadra sia prima nel girone di Champions e prima in campionato. Dobbiamo continuare così e magari aumentare il nostro vantaggio nel prossimo ciclo di partite. Dal punto di vista personale, il mio sogno è quello di essere uno dei migliori centrocampisti al mondo, lavoro per questo. Poi il mio modo di giocare dipende anche dagli allenatori e Sarri ci chiede un tipo di calcio in cui io mi trovo molto bene, speriamo di continuare così”

Sul nuovo modo di giocare:
“Il mister ci chiede di pressare il più possibile, in modo da poter creare più occasioni da gol possibili. Probabilmente lui voleva tutto e subito da noi, ma ci vuole un po’ di tempo. Anche se le sue idee già si vedono nel nostro modo di giocare. C’è qualcosina ancora da migliorare ma con il tempo lo faremo. L’importante è essere sempre tutti a disposizione e non avere infortuni. Nelle prossime partite, la squadra crescerà ancora e diventerà sempre più forte”

 

Su Buffon:
“La presenza di Buffon è importantissima, sia nello spogliatoio che in campo. Ringraziamo sempre di avere un leader assoluto come lui. Le sue parate non ci stupiscono perchè le vediamo ogni giorno in allenamento, è il numero uno di tutti i tempi nel suo ruolo. Speriamo che continui così e possa ancora aiutarci con questi grandi interventi”

Check Also

MANCHESTER UNITED, per Haland si fa sul serio

Secondo il Guardian, il Manchester United fa sul serio per Eerling Braut Haland. I Red …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.