Home / Calciomercato / POGBA, Conviene davvero?Ecco i pro e i contro

POGBA, Conviene davvero?Ecco i pro e i contro

Paul Pogba alla Juventus, una suggestione che fatica a stemperarsi col passare del tempo, e che fa sognare il mondo bianconero da anni. La squadra di Torino ricorda ancora le gesta del polpo e il periodo d’oro che aveva portato la Juve ad un passo dalla gloria europea, con il trio Pogba-Pirlo-Vidal (e Marchisio) al centro del progetto. Ecco i due pro:

L’ambiente

Il primo argomento a favore di un ritorno in bianconero di Pogba risiede proprio nel nome: Pogba è sinonimo di qualità, un pedigree istituzionalizzato dalla vittoria al Mondiale del 2018, giocato da protagonista. Se il legame affettivo che lo lega all’ambiente juventino non è da trascurare, aggiungiamo che Pogba ha bisogno di vincere quella maledetta Coppa dalle Grandi Orecchie tanto quanto la Juventus, per arricchire il suo palmarès.

Il feeling fra Raiola e la Juventus

Alla Juventus Pogba si integrerebbe benissimo, si tratta di un ambiente che conosce come le proprie tasche e con cui non ha mai troncato i rapporti in maniera definitiva: ha mantenuto i contatti con molti giocatori bianconeri, quali Dybala e il compagno di nazionale Matuidi, e con alcuni condivide il procuratore. Determinante per il mercato estivo bianconero, sarà proprio la carta di Mino Raiola. Anzi, forse Mino non è la singola carta, ma il mazziere per le cui mani passa l’intero gioco.

Ecco i contro:

Il rischio “cavallo di ritorno”

Le perplessità riguardanti questa operazione sono parecchie. Innanzitutto, Pogba dovrebbe ricucire il rapporto con la tifoseria e società. Alla Juve tutti sono disposti ad accoglierlo a braccia aperte, ma le dichiarazioni con cui il francese si è congedato da Torino non potranno non essere riesumate in caso di ritorno a casa. Il giorno della presentazione a Manchester, Pogba accantonò il periodo bianconero così.

L’ingaggio

La trattativa si rivela complicata anche dal punto di vista economico: l’ingaggio di Pogba raggiunge i 20 milioni annui, considerando il ghiotto bouquet di bonus. Nelle ultime ore, Paratici ha segnalato la difficoltà di sostenere uno stipendio così elevato, specialmente se si considera lo stato critico delle casse dei club uscenti dalla crisi legata al Coronavirus.

La concorrenza di Real e Inter

La posizione bianconera si complica ancora di più considerando la concorrenza accampatasi attorno al profilo di Pogba. Il Real Madrid offrirebbe tutto al francese: l’opportunità di allenarsi sotto la guida di Zidane, uno degli allenatori più stimati da Pogba, e la potenza di fuoco necessaria a competere per qualsiasi trofeo. La pista Inter invece è (per ora) meno concreta; tuttavia il richiamo di Conte, che lo ha cresciuto e valorizzato ai tempi della Juve, potrebbe essere ascoltato dal francese.

A riportarlo, Eurosport.it.

Check Also

CORSPORT: “Pogba non è un affare da Juve”

Spazio anche al mercato sulle pagine del Corriere dello Sport. “Pogba, un affare che non è …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *