Home / News / POSTPARTITA, Sarri: “Dopo il rigore ci siamo persi. Sulle condizioni di Bernardeschi e Douglas Costa…”
Maurizio Sarri

POSTPARTITA, Sarri: “Dopo il rigore ci siamo persi. Sulle condizioni di Bernardeschi e Douglas Costa…”

Maurizio Sarri, al termine del match, ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni di Sky Sport. Ecco quanto evidenziato da tuttomercatoweb.com:

“E’ stata una partita bella di ritmo e intensità. Abbiamo iniziato bene. Dopo l’episodio del rigore ci siamo persi, pensando a tutto il contesto invece che alla partita. L’Atalanta ci ha fatto soffrire ed è passata giustamente in vantaggio. Abbiamo avuto la fortuna di pareggiare in un’azione confusa e in um momento della partita che sembrava di stanca. Abbiamo poi avuto il merito di poterla vincere giocando bene i minuti finali”.

Allargare Douglas Costa?
“Era il tentativo di fargli smettere di spingere, vedere se gli esterni stavano più bassi e prendere la partita con più continuità”.

Quando manca Matuidi, i centrocampisti soffrono in copertura?
“E’ chiaro che non è semplice. Per la fase difensiva il modulo è difficile e dispendioso soprattutto per i due interni. Abbiamo sofferto la loro ampiezza perchè abbiamo coperto poco la palla nella loro metà campo. Per quanto riguarda i difensori esterni, a tratti io preferisco scivolino in avanti”.

La miglior prestazione singola di De Ligt.
“Dominare con l’Atalanta è difficile per tutti. Qui soffriranno tutti. Aveva ragione Guardiola che giocare con l’Atalanta è come andare dal dentista”.

I due trequartisti migliori sono proprio le due punte Higuain e Dybala.
“Essendo loro una squadra che viene a prenderci in avanti e cerca uomo contro uomo, il tentativo era fargli aprire gli spazi. Noi venivamo sempre incontro senza aprire mai gli spazi. Negli ultimi venti minuti lo abbiamo fatto bene”.

Il recupero di Ronaldo?
“Io sarei contento che Cristiano sia pronto per martedì. Il giocatore aveva questa esigenza di risolvere questo piccolo acciacco che lo stava condizionando in partita e nel potersi allenare con continuità”.

Può essere dosato di più da qui alla fine?
“Questo penso che dipenderà molto dalle sensazioni che avrà il ragazzo in futuro. In questo momento lui ha fatto la scelta giusta: tentare di trovare un modo di allenarsi senza sovraccaricare il ginocchio e vedere se finalmente potevamo risolvere questo piccolo acciacco che lo stava condizionando soprattutto mentalmente”.

Come si fa ora a lasciare fuori uno fra Dybala e Higuain?
“Si fa la riunione prima della partita e uno dei due sta in panchina”.

Come sta Bernardeschi?
“Ha preso un colpo e dopo non riusciva più a respirare. Sembra sia un colpo al diaframma. Vediamo se ci saranno conseguenze. Anche Douglas Costa non stava benissimo. Speriamo sia solo una contrattura”.

Check Also

Milan-Juventus 4-2: termina qui il match di San Siro, blackout dei bianconeri. Rivivi il live di MB.

Termina 4-2 la sfida tra Milan e Juventus con una clamorosa rimonta dei rossoneri che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *