Home / News / Premiere League. Conte esulta, Zaza paga dazio

Premiere League. Conte esulta, Zaza paga dazio

Dopo le prime undici giornate di Premier League, il calcio italiano di esportazione ha il volto moderatamente compiaciuto di Antonio Conte, il vero, anzi l’unico, portacolori degno di questo nome in questo avvio di campionato tortuoso per giocatori e allenatori nostrani.
Il manager leccese, dopo un avvio folgorante fatto di tre vittorie consecutive, ha dovuto far fronte ad una crisi transitoria durante la quale i bookmakers si sono divertiti a bancarne addirittura l’esonero con quote ridicole. Questo momento di impasse, paradossalmente, ha aperto gli occhi all’ex tecnico della Juve, convintosi di dover far svoltare tatticamente il suo Chelsea mandandolo in campo con il ‘modulo migliore’, un insolito 3-4-3. Grazie a questa disposizione, unita allo spirito sacrificio del suo undici-tipo, la fuoriserie blu ha cominciato a rombare il suo motore infilando cinque vittorie consecutive, condita da altrettanti clean sheet, che hanno garantito una risalita entusiasmante fino a un secondo posto di pregio a un punto dalla capolista Liverpool.

Fra i giocatori, invece, paga dazio per un avvio di stagione claudicante degli Hammers, unito ad un arrivo last minute nel mercato estivo, l’altro ex juventino Simone Zaza, 7 presenze, di cui 5 da titolare, nelle quali ha messo a referto più ammonizioni (2) che gol (0). L’astinenza dura da 430 minuti, troppo anche per chi non vive di sola gloria davanti alla porta. A riportarlo è TMW.

Check Also

PAGELLE MB, Tripla beffa Morata, male sia Chiesa che Kulusevski. La Juve di Pirlo cade allo Stadium

All’Allianz Stadium si affrontano Juventus e Barcellona, nella gara valida per la seconda giornata della fase a gironi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *